Cda Atm, Burrascano e Carreri: "Società ancora in liquidazione, nomina illegittima"

Redazione

Cda Atm, Burrascano e Carreri: "Società ancora in liquidazione, nomina illegittima"

lunedì 11 Dicembre 2017 - 17:59
Cda Atm, Burrascano e Carreri: "Società ancora in liquidazione, nomina illegittima"

Tutto partirebbe dalla delibera  approvata dal Consiglio Comunale il 14 febbraio 2012 che mette in stato di liquidazione Atm, atto che sin qui non è stato mai annullato e revocato. Tanto basta ai capigruppo di Megafono e  Sicilia Futura, Angelo Burrascano e Nino Carreri, per gettare ombre circa la legittimità del nuovo consiglio d’amministrazione dell’azienda municipalizzata.

I due consiglieri, a dire il vero, già il 24 ottobre scorso avevano scritto un’interrogazione per chiedere spiegazioni all’amministrazione, senza ricevere mai una risposta: “Nella stessa interrogazione Burrascano e Carreri hanno: Premesso che l’A.T.M. (Azienda Trasporti Municipalizzata) di Messina si trova in liquidazione, fin dal 14 Febbraio 2012 – giusta delibera 11/C – 2012 – Mai annullata o revocata. Ma il Comune di Messina, con la deliberazione della giunta municipale n° 690 del 26/09/2017, ha dato mandato al Sindaco di determinare la cessazione della Gestione Commissariale dell’A.T.M. (Azienda Trasporti Municipalizzata) di Messina e pertanto la cessazione dell’incarico all’ing. Domenico Manna, quale Commissario Speciale, con conseguente passaggio di consegne dalla data dell’insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione; precisato che per determinare la ricostituzione del Consiglio di Amministrazione dell’A.T.M si sarebbe dovuto prima uscire dalla fase di liquidazione, attraverso la revoca della suddetta delibera 11/C del 2012, cosa che peraltro era già stata richiesta al punto 4 della deliberazione 4/C dell’11 Gennaio 2016, nella quale demandava al Direttore Generale/Segretario Generale del Comune, Dott. Antonio Le Donne, il compito di predisporre la delibera di revoca da far approvare al Consiglio Comunale (unico organo competente)” .

Nel loro nuovo documento,. Burrascano e Carreri aggiungono: “E che pertanto, alla base della revoca della liquidazione, i bilanci dell’A.T.M. (Azienda Trasporti Municipalizzata) di Messina, sostanzialmente dovrebbero “rispecchiare” una fase di rilancio dell’Azienda –  Visti anche i rilievi fatti dalla Procura della Corte dei Conti e dal Collegio dei Revisori dei Conti sulla Società Partecipata. Ma a tutt’oggi i bilanci pregressi dell’A.T.M. (Azienda Trasporti Municipalizzata) di Messina, non sono stati nemmeno approvati ne tantomeno è stata presentata alcuna proposta di delibera di revoca di quella precedente che autorizzava la liquidazione della società ATM, la 11/C del 2012 al Consiglio Comunale.  Su ciò esposto i Consiglieri Comunali sollecitano una risposta immediata all’interrogazione su menzionata così da poter avere contezza dei provvedimenti che intende intraprendere l’Amministrazione Comunale.  Quando e se provvederà a presentare i bilanci non ancora approvati dell’A.T.M. (Azienda Trasporti Municipalizzata) di Messina che costituiscono documenti contabili necessari per il percorso di revoca della liquidazione della Partecipata A.T.M. e quando l’Amministrazione Comunale porterà in visione per l’approvazione, da parte del Consiglio Comunale, la proposta di delibera di revoca per la messa in liquidazione dell’A.T.M”.