G7 Taormina, Boschi: “Primo della storia su Pari opportunitĂ ”

“Questo G7, il primo della storia sulle Pari opportunitĂ , e’ dedicato ai diritti delle donne”. E’ con questa premessa che la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi ha dato il via alla riunione ministeriale di Taormina.

“Sono due giorni importanti – ha aggiunto Boschi che ha accolto in tarda mattinata le delegazioni governative – che raccolgono il mandato dei Grandi sette” che si erano riuniti nel maggio scorso sempre a Taormina. “Credo sia un segnale importante – ha aggiunto – aver iniziato il semestre di presidenza italiano a Firenze con il G7 della cultura e chiuderlo qui a Taormina con il G7 delle Pari opportunita’. Cultura e pari opportunita’ sono la quinta essenza del messaggio del semestre italiano che il nostro paese lascia ai paesi del G7.

No alla violenza, sì all’accesso al lavoro. “Ridurre del 25% entro il 2025 il divario per l’accesso al lavoro delle donne. E’ uno degli impegni assunti dal G7 pari opportunita’ che si sta tenendo a Taormina e che si concludera’ oggi. Ne ha parlato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega alle Pari opportunitĂ , Maria Elena Boschi intervistata da Uno mattina. Sulle politiche di genere – ha osservato Boschi – ci sono stati “tanti progressi ma molto c’e’ ancora da fare. Il G7 si preoccupa di questo”. Boschi ha ricordato che nella sessione del G7 di questa mattina si affronterĂ  il tema della violenza e della tratta e ha sottolineato che negli ultimi anni nel nostro paese sono state incrementate le risorse per contrastare il fenomeno.

Ora – ha osservato – “c’e’ bisogno di stabilita’ delle risorse e di linee guida”. Fra gli impegni del G7 non solo misure di prevenzione e repressione ma anche – ha precisato Boschi – “aiuti e sostegni per le donne nel reinserimento al lavoro e alla ricerca dell’abitazione”.

Condividi