“Scout”: controlli in cittĂ , ma le infrazioni vengono rilevate?

La polizia municipale ha disposto la prosecuzione dei servizi di controllo con il dispositivo “Scout” per il rilevamento delle infrazioni al Codice della strada, in materia di divieti di sosta. Saranno monitorati alternativamente sino a sabato 18, i viali della Libertà, Boccetta, Giostra e S. Martino; le vie Garibaldi, Consolato del Mare, ex Ss 114 (nel tratto tra il bivio di Zafferia e la rotatoria Alfio Ragazzi), Cesare Battisti, Marco Polo, La Farina, Tommaso Cannizzaro e Industriale; le piazze Duomo, della Repubblica e Trombetta; corso Cavour e tutte le vie limitrofe.
Il Comando della Polizia Municipale invita gli automobilisti all’osservanza delle regole che vietano la sosta, in particolare in doppia fila, sul marciapiede, nelle corsie preferenziali, pista ciclabile e attraversamenti pedonali.
Ma lo “Scout” passa nelle vie Antonino Martino e Terranova?
Sulla base dei controlli, costanti tutta la settimana, ci chiediamo come mai in molte vie il traffico è sempre impazzito e indisciplinato.
Oltre al caos di Provinciale, non riusciamo a comprendere l’inferno mattutino in via Antonino Martino con auto in doppia fila nei pressi dell’istituto “Galatti Cannizzaro”. E le strisce blu in via Terranova? In questo caso è consentita la sosta sul marciapiede? Giriamo le domande al comandante dei Vigili urbani.

 

Condividi




Change privacy settings