Micari chiude la campagna al Brancaccio: “Vogliamo una Sicilia senza mafia”

“La Sicilia che tutti vogliamo trasparente, legale, senza mafia la dobbiamo costruire il 6 novembre. Credo che questa non sia la conclusione della campagna elettorale ma l’inizio di una nuova Sicilia. E’ un percorso e come tutte le belle costruzioni si costruiscono dalle fondamenta e le fondamenta sono i valori, i buoni valori. Se riusciremo a fare questo costruiremo un futuro per questa terra sui valori che insegnava Padre Pino Puglisi”. Lo ha detto il candidato alla Presidenza della Regione del centro sinistra Fabrizio Micari, nel quartiere Brancaccio a Palermo per l’inizio di chiusura della campagna elettorale per le regionali. “Vorrei concludere così come ho iniziato, deponendo un mazzo di fiori esattamente nel luogo in cui ho iniziato” ha aggiunto invitando poi i presenti a un minuto di silenzio in memoria di Don Pino Puglisi e deposto un mazzo di fiori nel luogo dell’omicidio del Beato Don Pino Puglisi. Al comizio erano presenti tra gli altri anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, big sponsor della candidature di Micari, il segretario regionale del Pd Fausto Raciti, l’ex ministro della Funzione pubblica Gianpiero D’Alia, il segretario dei centristi per la Sicilia Adriano Frinchi, il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina.

Condividi




Change privacy settings