Delrio: “Cinque miliardi di cantieri aperti per la Sicilia”

“Invece di una diretta di Salvini, i cittadini siciliani meritano qualche dato e un po’ di verità. Da chi amministra e governa non ci si aspetta la denuncia, ma la credibilità e la capacità di risolvere i problemi. Come mai siamo qui? Cancellati prima di noi 1.500 km di via ferroviaria; diminuiti del 50% nel 2010 i finanziamenti al trasporto pubblico locale col mitico ministro vicino alla Lega Tremonti; lasciato andare il parco rotabile fino a farlo diventare il più vecchio d’Europa con treni vecchi oltre vent’anni”. Cosi’ su Facebook il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.

“Il Centrodestra ha governato la Sicilia dal 2000 a tutto il 2012 riducendo servizi e linee, mentre lo stesso governo di centrodestra stanziava 3,5 miliardi l’anno per la ferrovia dedicata quasi esclusivamente al Nord e nulla alle linee regionali.

Con i nostri governi Renzi e Gentiloni abbiamo portato i finanziamenti a 11 miliardi all’anno negli ultimi tre anni ed in gran parte dedicati alle linee regionali – aggiunge Delrio -. Caro Salvini, proprio perché abbiamo trovato questa situazione desolante, abbiamo messo 9 miliardi di euro per i prossimi anni in Sicilia di cui 5 miliardi sono cantieri aperti, fra cui l’alta velocità Palermo-Catania-Messina. Con lavori sulla Palermo Agrigento e sulla Catania Siracusa e sulla Palermo Trapani.

Per fare prima bisognava partire vent’anni fa, non tre anni fa. Ma vent’anni fa eravate troppo impegnati a chiedere l’indipendenza della Padania anziche’ le ferrovie della Sicilia. Ecco perché ti rispondo con i numeri degli investimenti che noi abbiamo fatto e che voi purtroppo avete sempre rinviato. La strada e’ ancora lunga, ma almeno abbiamo iniziato”.

Condividi




Change privacy settings