Scuola di Vulcano, il “caso” approda in Parlamento

Il caso della scuola di Vulcano approda in Parlamento.  L’On. Mariella Gullo ha depositato una interrogazione parlamentare urgente al ministro per la Pubblica Istruzione, Valeria Fedeli, chiedendo un intervento per il caso della scuola di Vulcano. Come si ricorderà gli studenti hanno iniziato l’anno scolastico con 38 giorni di ritardo in segno di protesta per l’accorpamento di tre classi in un’unica aula. Secondo i genitori degli alunni non vi sarebbero le condizioni minime di sicurezza per i 21 studenti. Sebbene il problema sia stato temporaneamente risolto con l’attivazione di un progetto da parte del dirigente scolastico, la parlamentare intende sollecitare il ministro attraverso l’atto parlamentare tendente a risolvere in maniera definitiva il problema mediante una deroga.

“Attraverso l’interrogazione chiedo di fatto al Ministro che venga garantita in primo luogo la sicurezza dal momento che si tratta di una classe sovraffollata, e che venga garantito il diritto all’istruzione”.

Così Mariella Gullo, capogruppo di Forza Italia alla Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati.

 

Condividi




Change privacy settings