M come musica, M come montagna: festa del Cai a Castelmola

Si è tenuta a Castelmola la seconda edizione della manifestazione “M come Musica, M come Montagna – Festa della musica del CAI” nata lo scorso anno da una idea del Presidente del Club Alpino Italiano – Sottosezione di Taormina Giuseppe Formaggio e Don Giovanni Lombardo Direttore artistico della rassegna musicale “Armonie dello Spirito”.
All’evento patrocinato dal Comune di Castelmola, dal CAI Gruppo Regionale Sicilia G.R. e da Armonie dello Spirito dell’Arcidiocesi di Messina, hanno preso parte oltre al Presidente del G.R. Sicilia Giuseppe Oliveri, il Presidente della Sezione di Bronte Angelo Spitaleri, sempre sensibile alle iniziative del sodalizio taorminese, il Presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Franco del Campo, tanti soci provenienti da Palermo, Bronte, Siracusa, Linguaglossa, Catania, Taormina, simpatizzanti e diversi turisti stranieri in vacanza nella località turistica che hanno apprezzato l’evento.

La giornata è iniziata con un’escursione a Monte Veneretta condotta dai soci Antonio Arrigo e Pino Caminiti soci della Sottosezione di Taormina con lo scopo di valorizzare e promuovere il territorio.

Il programma ha previsto l’interessante visita del borgo medievale guidata dal socio Ernst Fichera, guida turistica. Quindi la conclusione dell’evento con l’aspettato concerto di cori polifonici e solisti presso l’auditorium comunale.

La serata è iniziata con la proiezione del video “Oltre l’Orizzonte“, clip promozionale del Club Alpino Italiano, seguita dai saluti del sindaco Orlando Russo entusiasta per aver ospitato la manifestazione nel suo comune caratterizzato dal territorio montano. Quindi l’esecuzione di arie sacre da parte del Coro “Cappella Musicale della Cattedrale di Messina“ diretta dal socio M° Don Giovanni Lombardo; successivamente la Corale polifonica “L. Perosi” di Misterbianco diretta dal M° Salvatore Signorello si è esibita con diversi brani profani tra cui l’apprezzato Signore delle Cime di G. De Marzi e, per finire, l’intervento emozionante del giovane soprano Ausilia Arrigo, socia di Taormina che si è esibita magistralmente cantando arie liriche di Vincenzo Bellini e Giuseppe Verdi.

La serata si è conclusa con la presentazione del testo “Camminare e raccontare i Peloritani” scritto da Don Giovanni Lombardo e Pasquale d’Andrea e con l’inno del Cai “La Montanara” cantato dalla platea di circa 150 persone entusiaste dell’evento.

Condividi




Change privacy settings