Classi “pollaio” alle Eolie, rischio astensionismo alle elezioni regionali

Alle Eolie cresce il partito del non-voto, in vista delle elezioni Regionali. La “crociata” è partita dall’isola di Vulcano, dove i genitori dei 21 alunni della scuola media con un video diffuso hanno annunciato che non si recheranno alle urne.

“Il ministero della Pubblica istruzione – afferma un genitore indignato – non ci ha ancora accordato l’accorpamento di due classi. Vorrebbe che i nostri 21 ragazzi facessero lezione in un’unica classe, tutti insieme”.

Fatto sta che dall’inizio dell’anno gli alunni non si recano a scuola e fanno lezione all’aperto, nel giardino del plesso del piano.

Proteste anche ad Alicudi e Filicudi dove nel Cpe (Centro preparazione otoesami) non vi sono ancora tutti gli insegnanti, mentre a Lipari 44 studenti fanno lezione in una sola classe ed i genitori sono in fermento.

Condividi




Change privacy settings