Accumulo salme nei depositi Camposanto? Carreri: Direzione stacca servizi per poco organico

Ad oggi nessuno è intervenuto a mettere una “pezza” ad una falla che si è aperta e che metterà a rischio il servizio cimiteriale in tutti i suoi aspetti, a cominciare dal pericolo igienico sanitario che si potrebbe creare a causa di accumulo di salme senza trascurare il lavoro, quello vero, quello umile di tanti padri di famiglia che all’interno dei cimiteri sono impegnati con i progetti di recupero, bonifica e costruzione di nuove sepolture. A dirlo è il Capogruppo Democratici Riformisti, Nino Carreri.

“Nei giorni scorsi, esattamente lo scorso 19 settembre, insieme ai colleghi Faranda, Interdonato, Gioveni, Santalco, Abbate e Parisi, avevamo inoltrato una interrogazione URGENTE – il consigliere si rivolge al sindaco Accorinti -, al fine di sollecitare la sua Amministrazione ad intervenire tempestivamente sulla vicenda che riguarda l’ormai cronica carenza di personale al dipartimento cimiteri”.

“Ovviamente ed in linea con la condotta “quasi omissiva” della sua Amministrazione, di risposte all’interrogazione nemmeno l’ombra, nemmeno un segnale di attenzione che potesse far ipotizzare la presa in considerazione della situazione disastrosa che le avevamo partecipato”.

Da ieri, il Capogruppo informa, qualora l’assessore di riferimento non lo avesse ancora fatto, che la Direzione Cimiteri ha sospeso tutte le pratiche di lavori di costruzione, ristrutturazione, trasformazione di cappelle o tumuli a causa della carenza di personale a cui la sua amministrazione non ha voluto fare fronte.

“Non si può continuare ad ignorare il problema!” – insiste Carreri.

“Prima di smentire ogni voce fuori ‘dal coro’, riconducendo le preoccupazioni dei cittadini, ancorché della stampa locale o dei consiglieri comunali, a mere notizie allarmistiche, fate le vostre verifiche e tempestivamente ed intervenite!”.

Condividi