Santa Margherita, il “giallo” del semaforo e lo scontro tra dipartimenti

Sul “giallo” e non in senso di colore lampeggiante del semaforo di Santa Margherita interviene la Prima Circoscrizione “Kalonerò”. Ieri in un nostro servizio avevamo denunciato il mancato funzionamento dell’impianto semaforico, oggi arriva una nota che non mancherĂ  di suscitare nuove polemiche.

Il documento a firma di Giuseppe Messina, presidente della Prima Circoscrizione, invita gli organi competenti ad intervenire con una certa urgenza per la grave situazione di pericolo esistente da oltre una settimana sulla Strada statale 114.

“Nonostante siano state effettuate numerose richieste di intervento – si legge – ci viene comunicato che la causa della mancata riattivazione è dovuta alla non presa in carico dell’impianto da parte del Dipartimento di MobilitĂ  e ciò appare paradossale in quanto l’impianto è attivo dal 2013 con regolari interventi di manutenzione.

Oggi a distanza di quattro anni si viene a conoscenza, sempre a dire dell’ing. Pizzino, che l’impianto non è norma e l’attivazione potrĂ  avvenire solo dopo la messa in sicurezza a carico del Dipartimento dei lavori pubblici”.

In poche parole un rimpallo di competenze tra dipartimenti che rischia di mettere a repentaglio la sicurezza stradale. L’ennesimo paradosso di una cittĂ  allo sbando – aggiungiamo noi – che non riesce ad intervenire nemmeno su piccoli interventi di manutenzione. Il maltempo dell’11 settembre rischia di trasformarsi in bufera, specie negli uffici di Palazzo Zanca…

 

 

Condividi




Change privacy settings