Sgominata banda che rubava nei locali, 4 arresti nel Taorminese

I Carabinieri della Compagnia di Taormina, in collaborazione con quelli del Comando Arma di Catania Fontanarossa, hanno notificato quattro ordinanze di custodia cautelare (due in carcere ed altrettante ai domiciliari) nei confronti di quattro persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di furto aggravato in concorso ed indebito utilizzo di carte bancomat.

La misura cautelare ha raggiunto Ivan Bertino, 32 anni; Lorena Consoli, 28 anni; Annamaria Di Bella, 37 anni e Carmelo Silvestro, 40 anni. Nei confronti dei primi due è scattata la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti degli altri due indagati si sono aperte le porte del carcere di Catania.

La banda era ben organizzata ed all’interno della stessa ognuno aveva un ruolo ben definito. In un caso gli indagati dopo aver provveduto alla rottura di un finestrino di una macchina parcheggiata nei pressi di una nota discoteca in Forza d’Agrò, al fine di trarne profitto per loro o per altri, asportavano e si impossessavano di un borsello contenente indumenti, chiavi, carte di credito, documenti ed una borsa da donna con all’interno un piccolo borsello ed una Carta Post Pay.

Le indagini dei carabinieri di Taormina e nello specifico di quelli di Forza d’Agrò iniziarono grazie alla collaborazione di due vittime; nello specifico due soggetti derubati si presentarono presso la stazione dei carabinieri di Sant’Alessio, sporgendo una denuncia di furto subita e perpetrata la notte precedente allorquando la loro macchina era parcheggiata sulla pubblica via nei pressi di una nota discoteca del litorale ionico. La banda aveva rotto il finestrino della macchina asportando un borsello contenente documenti e chiavi, portafogli e carte bancomat.

Nella circostanza la denunciante rappresentava ai carabinieri come sul suo cellulare era giunto un Sms della propria banca che aveva segnalato che, alle ore 3.42 di quella notte, la sua carta bancomat era stata utilizzata presso un vicino sportello di un’agenzia della Banca sita a Taormina nel tentativo di prelevare denaro contante.

Condividi