Mobilitazione per il Papardo, Uil e Anaao raccolgono 500 firme in un pomeriggio

Cinquecento firme in appena tre ore. Avviata la petizione popolare in difesa dell’ospedale Papardo, promossa da Uil Messina, Uil-Fpl e Anaao-Assomed.

“I messinesi reagiscono al declassamento dell’ospedale Papardo. Il messaggio che abbiamo lanciato è stato recepito dai cittadini. Per un’intera settimana a piazza Cairoli si potrĂ  firmare presso il banchetto allestito lato monte. Non accettiamo il declassamento di un ospedale che è divenuto un punto di riferimento per la cittĂ  di Messina e la Calabria”.

Così Ivan Tripodi, segretario generale della Uil Messina, Pippo Calapai e Mario Macrì, rispettivamente segretario generale e responsabile Area medica Uil-Fpl, e Pietro Pata, segretario regionale Anaao-Assomed.

Presenti alla raccolta firme i componenti della segretaria della Uil-Fpl, Maurizio Celona, Livio Andronico e Giovanna Bicchieri.

Condividi