Biancuzzo: “La Tari scade, ma la gente non riceve il plico”

Non c’è fortuna per la Tari, una delle tasse piĂą care d’Italia a fronte di un servizio fatiscente ed approssimativo con la cittĂ  sommersa di spazzatura. A tal proposito si registra l’ennesima presa di posizione di Mario Biancuzzo, attivo consigliere della VI Circoscrizione.

“Comunico il malcontento che serpeggia in numerosi cittadini residenti a nord del Comune di Messina. Mi riferisco al fatto che domani è l’ultimo giorno utile per pagare la Tassa rifiuti, ma purtroppo a numerosi residenti di Acqualadrone, SpartĂ , Piano Torre, San Saba, Rodia, Orto Liuzzo, non è stato recapitato il plico contenente documentazione  e relative fatture.

Numerosi utenti affollano la sede della Circoscrizione per ritirare il duplicato, ma non è corretto. Oltre che pagare, i cittadini debbono fare la fila e recarsi a Ganzirri per ritirare il bollettino di pagamento.

E le persone anziane? Premesso ciò chiedo – conclude Biancuzzo – di prorogare il pagamento della Tari (con scadenza 30 giugno al 31 agosto 2017) ed inviare i bollettini di pagamento tramite il servizio di posta elettronica”.

Condividi