Acr Messina, la strada si fa in salita

 


“Acr Messina comunica che prosegue senza sosta l’attivitĂ  amministrativa funzionale all’iscrizione al prossimo campionato di Serie C secondo condizioni, termini e scadenze prescritte dalla vigente normativa federale.
Ulteriori informazioni verranno comunicate ufficialmente dalla societĂ  attraverso l’Ufficio stampa”.

Questa la nota diramata dall’ufficio stampa nel  pomeriggio. Dalle indiscrezioni, tuttavia, non emergono notizie confortanti, pare che la societĂ  non abbia provveduto ad effettuare parte dei pagamenti. Il 30 comunque sarĂ  depositata la domanda di iscrizione al prossimo campionato, in vista ci sarebbero punti di penalizzazione, forse sei.

La societĂ  peloritana la prossima stagione rischia di partire con una pesantissima zavorra. Non era successo nemmeno ai tempi di compagini societarie che sembravano meno consistenti da un punto di vista economico di quella attuale.

I tifosi dovranno chiedere a Proto che tipo di investimento economico ha prodotto fino ad oggi a fronte di un migliaio di abbonamenti sottoscritti a scatola chiusa da una tifoseria impagabile. Oggi gli sportivi messinesi si sarebbero aspettati un comunicato stampa diverso: ovvero l’annuncio del pagamento di stipendi e contributi.

Invece arriva una nota alle 19,28 che parla di lavoro amministrativo che va avanti, quando i termini per essere in regola sono scaduti alle ore 19 di oggi.

Ma ció che non fa dormire sonni tranquilli ai tifosi è la programmazione della prossa stagione.

C’è  anche da interrogarsi sul motivo che ha spinto l’imprenditoria messinese a non supportare Proto e i suoi fratelli.

Condividi