“Movida” in riviera, denunce e sequestri dei carabinieri

Continuano i servizi di controllo del territorio condotti dai carabinieri del Nucleo Radiomobile nei punti di aggregazione giovanili durante i fine settimana con l’intento di contrastare ogni forma di illegalità e, soprattutto, scoraggiare le guide di veicoli in stato di alterazione a seguito di assunzioni di alcool o droga. Ancora una volta ad essere attenzionata è stata la litoranea nord, che attira una moltitudine di persone. Ad essere denunciato un 25enne messinese che conduceva la propria vettura nonostante un tasso alcolemico di 0,87 g/l.

Per altri due giovani messinesi, un 21enne e un 30enne, è scattata la denuncia per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti tecnici finalizzati ad accertare lo stato di ebbrezza o l’assunzione di stupefacenti. I due conducenti, nonostante apparissero uno sotto l’effetto di alcool e l’altro sotto effetto di stupefacenti, si rifiutavano di sottoporsi agli accertamenti specifici; ad entrambi è stata ritirata la patente. Per una ragazza e un altro giovane, veniva invece contestata la guida con un tasso alcoolemico compreso tra 0,50 e 0,80. Per loro è scattata la contravvenzione amministrativa e il ritiro della patente.

In gran parte dei casi, agli interessati è stata impedito di continuare la guida e i mezzi sono stati affidati a conoscenti dopo che anche costoro sono stati sottoposti all’accertamento con etilometro al fine di appurarne la sobrietà.

Non è mancato poi il solito “fracassone”, un 21enne che scorrazzava con uno stereo da oltre mille Watt. L’impianto è stato sequestrato. Ad essere denunciato anche un conducente sorpreso senza patente, denunciato perchĂ© nonostante fosse stato giĂ  sanzionato per lo stesso motivo, continuava a circolare.

Tre giovani sono stati infine segnalati alla Prefettura perché assuntori di modiche quantità di sostanze stupefacenti.

Condividi