“Notte Bianca per S. Antonio”: devozione, arte e spettacoli sotto le stelle

Torna la “Notte Bianca di Sant’Antonio“. Arte, spettacolo, musica artigianato e moda vi aspettano nell’isola pedonale allestita per l’occasione, tra il viale Europa e la via Tommaso Cannizzaro. Un evento che cresce con il passare delle edizioni, coinvolgendo centinaia di persone. Sono tanti anche i cittadini stranieri (specie cingalesi) che stanno scoprendo questa festa di popolo.

Il programma della manifestazione. Dalle 20 alle 2 saranno aperti i luoghi di culto della zona: Basilica di Sant’Annibale Maria di Francia, Chiesa e Chiostro dello Spirito Santo, Santuario Madonna del Carmine. In calendario spettacoli di danza e di artisti di strada, che si articoleranno lungo tutto il circuito che comprende: piazza Annibale Maria di Francia, la scalinata di Largo Avignone, via Santa Cecilia, via Cesare Battisti, via Antonio Martino, via Camiciotti, via Nino Bixio, piazza del Popolo, via Aurelio Saffi, via Ghibellina e largo Seggiola.

Riaperta, dopo 46 anni, la Tomba a camera, collocata sotto la scalinata di largo Avignone: sarĂ  possibile visitarla dalle ore 17 alle 20,30.

Misure di sicurezza sperimentate nel G7. “Durante la Notte Bianca – si legge in un comunicato inviato dalla polizia – si prevede un afflusso di circa quarantamila persone e per garantire la sicurezza di quanti si riverseranno nelle strade del centro cittadino è stato messo a punto un meticoloso piano che privilegi in egual misura aspetti di prevenzione da possibili incidenti e aspetti piĂą propriamente di sicurezza ed ordine pubblico.

Nel rispetto delle precise direttive emanate dal Capo della Polizia – Direttore generale della pubblica sicurezza, l’organizzazione dell’evento è stata passata al setaccio dal Comitato provinciale per l’Ordine e Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto Francesca Ferrandino, per approdare poi sul tavolo tecnico del Questore Giuseppe Cucchiara.

In entrambi i casi, presenti tutte le componenti interessate all’evento, tese a formare quella ormai consolidata “rete di sicurezza” ampiamente sperimentata in occasione del Vertice G7 svolto a Taormina.

Viabilità, occhio alle limitazioni. Dalle 15 di sabato 24 alle 2 di domenica 25, sarà vietata la sosta: sul lato est di via Cesare Battisti, tra viale Europa e via Maddalena; in largo Avignone; su entrambi i lati delle vie Santa Cecilia, tra via dei Mille e viale San Martino, e tra le vie S. Paolino e C. Battisti; A. Martino, tra le vie Faranda e S. Cecilia; in tutta l’area di piazza Lo Sardo; Ghibellina, tra le vie Citarella e Bixio; Refugio dei Poveri; in tutta l’area di piazza Spirito Santo; Merli; Cernaia; Camiciotti, tra le vie Ghibellina e C. Battisti; Geraci, tra le vie Cesare Battisti e Centonze; G. Conti; M. Giurba, tra le vie S. Marta e Faranda; S. Marta, tra le vie S. Paolino e C. Battisti; Maddalena, tra le vie S. Marta e Cesare Battisti; S. Maria del Selciato, tra le vie S. Paolino e A. Martino; L. Manara, tra le vie A. Martino e Ghibellina; Centonze, Risorgimento e dei Mille, tra le vie Saffi e Bixio; Citarella, tra le vie Cesare Battisti e Ghibellina; e su entrambi i lati della strada adiacente il lato nord della villetta Zaera, tra le vie Cesare Battisti e Ghibellina.

Dalle 8 di sabato 24 alle 2 di domenica 25, il divieto di sosta, con zona rimozione coatta, vigerĂ  anche in piazza Annibale di Francia, tra le vie C. Battisti e A. Martino; nelle vie N. Bixio, tra le vie Ghibellina e C. Battisti, e A. Saffi, tra le vie Centonze e C. Battisti. Sempre dalle 8 di sabato alle 2 di domenica, sarĂ  vietato il transito veicolare in piazza Annibale di Francia (prolungamento di via N. Bixio), tra le vie C. Battisti e A. Martino.

Dalle 15 di sabato 24 alle 2 di domenica 25, il divieto di transito interesserĂ  le vie N. Bixio, tra le vie C. Battisti e Ghibellina, e A. Saffi, tra le vie Ghibellina e C. Battisti.

Dalle 20.30 di sabato alle 2 di domenica, via C. Battisti, tra viale Europa e via Maddalena, interdicendo l’accesso degli autobus alla corsia ovest di via C. Battisti, in corrispondenza dell’intersezione con via T. Cannizzaro ed istituendo la direzione obbligatoria a sinistra nella corsia ovest di via C. Battisti, ad intersezione con via Maddalena; tutta l’area di largo Avignone; le vie Ghibellina, tra le vie Citarella e N. Bixio; Camiciotti, tra le vie Ghibellina e C. Battisti; Geraci, tra le vie Centonze e C. Battisti; A. Saffi, tra le vie Centonze e Ghibellina; S. Cecilia, tra le vie S. Paolino c C. Battisti e tra via dei Mille e viale S. Martino; A. Martino, tra le vie Faranda e S. Cecilìa; la carreggiata stradale di piazza Lo Sardo; Cernaia; Refugio dei Poveri; piazza Spirito Santo; Merli; G. Conti; S. Marta, tra le vie S. Paolino e C. Battisti; M. Giurba, tra le vie S. Marta e Faranda; Maddalena, tra le vie S. Marta e C. Battisti; S. Maria del Selciato, tra le vie S. Paolino e A. Martino; L. Manara, tra le vie A. Martino e Ghibellina; Centonze, tra le vie A. Saffi e N. Bixio; Risorgimento e dei Mille, tra le vie A. Saffi e N. Bixio; Citarella, tra le vie C. Battisti e Ghibellina; la strada adiacente il lato nord della villetta Zaera, tra le vie C. Battisti e Ghibellina. Eventuali veicoli delle forze di polizia della caserma “Calipari” in servizio di emergenza, potranno impegnare, con la movimentazione delle transenne e presidi a cura dell’organizzazione della “Notte Bianca di S. Antonio”, il percorso rampa Villari, via S. Cecilia, in direzione monte, via S. Paolino, via S. Maria del Selciato, via A. Martino e via Manara.

Presi provvedimenti anche per la sicurezza, con due ordinanze restrittive per la vendita di bevande alcoliche ed in lattina e per i cassonetti di conferimento rifiuti. La tragedia di piazza San Carlo, a Torino, impone maggiore cautela.

Condividi