Uil, il segretario Barbagallo inaugura la sede di Messina

Inaugurazione della nuova sede della Uil di Messina e Congresso straordinario della Uil pensionati della cittĂ  dello Stretto. Ad entrambe le iniziative ha partecipato il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, anche per sottolineare l’importanza del progetto di sviluppo dell’Organizzazione sindacale locale.  

Al taglio del nastro presente il segretario regionale Claudio Barone, la segretaria organizzativa Luisella Lionti, il segretario generale della Uil Messina, Ivan Tripodi, i componenti della segreteria provinciale e i rappresentanti delle categorie.

Per l’occasione, il leader della Uil ha ribadito il suo convincimento sulla centralitĂ  del ruolo dei pensionati per l’economia del Paese: “Un pensionato non è un rottamato – ha dichiarato Barbagallo – ma un soggetto fondamentale per la nostra societĂ . Spesso i pensionati rappresentano una sorta di ammortizzatore sociale delle nostre famiglie. Dove c’è un disoccupato, un cassaintegrato o un problema economico, i nostri anziani intervengono con il loro aiuto e la loro presenza. Bisogna anche cominciare ad attribuire lavori socialmente utili ai pensionati per consentire loro di “arrotondare” l’assegno pensionistico e, contemporaneamente, di sentirsi sempre cittadini attivi“.

Barbagallo, poi, ha evidenziato il buon avvio dell’Ape sociale, frutto, dell’accordo sottoscritto, lo scorso anno, dal Governo e dalle parti sociali ed è tornato sul tema della governance dell’Inps: “Noi, insieme agli imprenditori, siamo i maggiori azionisti dell’Inps e riteniamo che sia giusto riassumere il controllo di questo importante ente previdenziale. Non si può usare l’INPS come bancomat. Il nostro sistema previdenziale – ha poi aggiunto il leader della Uil – è ancora in ordine ed è sostenibile, ma non dobbiamo opporci all’ingresso e al lavoro degli immigrati – ha concluso – anche perchĂ©, grazie ai loro contributi previdenziali, si potrĂ  assicurare un futuro al bilancio dell’Ente“.

Condividi