Operazione Gdf: sigilli a centri scommesse clandestini

Sigilli a sette centri di scommesse illegali in provincia di Messina. I finanzieri della Tenenza di Barcellona Pozzo di Gotto hanno denunciato all’autorita’ giudiziaria quattro persone ed elevato sanzioni amministrative ad altrettante. L’operazione ha consentito, grazie a pedinamenti e mirate riprese fotografiche, di svelare l’attivita’ illegale svolta da alcuni esercizi commerciali, apparentemente normali sale da biliardo, internet point o circoli culturali. In azione anche i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Messina. In particolare, i finanzieri hanno individuato sei sale scommesse clandestine che consentivano giocate tramite apparati elettronici completamente sconosciuti al Fisco. A carico dei titolari di due di queste, sulla base dell’analisi delle postazioni di gioco e delle numerose ricevute occultate tra i rifiuti o dietro i banconi, sono stati acquisiti significativi elementi indiziari che testimonierebbero pure la raccolta abusiva di denaro. Dai controlli, infatti, e’ emerso che i due si sarebbero interposti fra la clientela e il sistema di puntata, utilizzando conti di gioco personali, col fine di raccogliere le puntate elaborate dagli scommettitori nelle postazioni “periferiche”, che venivano trasmesse, per il successivo pagamento, a una postazione centrale, presso cui veniva anche stampata la ricevuta di gioco.

Condividi