Alluvione, chiesta conferma condanna per i sindaci

Si avvicina l’ora del giudizio per il disastro di Giampilieri e Scaletta. L’accusa ha chiesto la conferma della condanna nel processo d’Appello a Messina per l’alluvione dell’ottobre 2009, che provocò 37 morti e decine di feriti. Al termine del suo intervento, il Pg ha proposto la conferma della sentenza di primo grado, che si era conclusa con due condanne e l’assoluzione per tutti gli altri.

Giuseppe Buzzanca, ex sindaco di Messina e Mario Briguglio, ex sindaco di Scaletta Zanclea, in primo grado erano stati condannati a 6 anni ciascuno per omicidio colposo plurimo. Erano stati assolti, invece, Salvatore Cocina, ex dirigente della Protezione civile regionale, Alberto Pistorio, Giuseppe Rago, Francesco Grasso, redattori del piano stralcio di bacino per l’assetto idrogeologico relativo all’area territoriale tra il bacino del torrente Fiumedinisi e Capo Peloro, Giovanni Arnone e Tiziana Flora Lucchesi, dirigenti della Regione e Gaspare Sinatra, ex commissario straordinario del Comune di Messina. Nel corso dell’udienza sono seguiti gli interventi degli avvocati di parte civile.

Condividi