Asm, presentati gli ultimi bilanci: quasi 2 milioni di utili tra il 2018 e il 2019

redstage

Asm, presentati gli ultimi bilanci: quasi 2 milioni di utili tra il 2018 e il 2019

sabato 21 Novembre 2020 - 11:31

Definiti e corretti gli ultimi bilanci dell’Asm di Taormina. Il commissario liquidatore Antonio Fiumefreddo, infatti, ha recentemente presentato i bilanci dal 2011 a oggi, la cui relazione di accompagnamento può essere consultata cliccando qui. “Finalmente si sta verificando quanto per due anni la mia Amministrazione ha perseguito con ostinazione, pur tra mille difficoltà, ancora non tutte superate. – ha dichiarato il sindaco di Taormina Mario Bolognari – Si tratta della definizione e correzione dei bilanci dal 2011 a oggi, passaggio ineludibile per dichiarare finita la liquidazione e rimettere in pista l’Azienda servizi municipali quale strumento fondamentale per il funzionamento dei servizi della nostra città”.

La relazione di accompagnamento, sottoscritta dal commissario liquidatore Antonio Fiumefreddo, consente una lettura chiara e inequivocabile della storia di questa azienda negli ultimi dieci anni. Chiare sono le cifre delle perdite registrate in alcuni anni (2011 e 2013), così come chiari sono i risultati limitati conseguiti in altri anni (2014, 2016 e 2017). Ma la sorpresa è che negli ultimi due anni (2018 e 2019) le cifre degli utili conseguiti sono straordinariamente elevate (quasi 2 milioni complessivamente), dimostrando che l’Azienda poteva produrre anche prima e non ha prodotto. Si pensi che in tutti gli anni dal 2011 al 2017 si sono totalizzati utili inferiori al solo anno 2019.

“Quando nel 2018 ho detto, raccogliendo un coro di critiche, che l’Asm era il cancro di Taormina, evidentemente non mi sbagliavo – ha aggiunto il primo cittadino – e avevo individuato in quel contesto un grumo di interessi e di condotte scorrette che ha sottratto denaro e risorse all’intera città, nell’indifferenza quasi generale delle forze politiche, sindacali e imprenditoriali taorminesi, che non hanno saputo reagire a un evidente sperpero di pubblico denaro. Il cancro è stato individuato, sta per essere estirpato e la terapia scelta sta dando i suoi frutti. Per questa opera di bonifica abbiamo subito e subiremo la reazione di chi ha organizzato o ha mantenuto la macchina dello spreco. Ma l’opera di bonifica, appena iniziata, era necessaria e col tempo ci consegnerà grandi soddisfazioni.

“Ringrazio l’avvocato Fiumefreddo per l’opera certosina e professionalmente mirabile di esecuzione di indirizzi che il Consiglio comunale ha dato con estrema chiarezza e sui quali la Giunta ha esercitato il controllo. Ringrazio anche il dottor Pappalardo che nel 2018 aveva avviato il percorso di risanamento che si concluderà nei prossimi mesi”.