Porto di Tremestieri, Uiltrasporti all’Authority: “Si verifichi lo stato dei lavori”

La Uil e la Uiltrasporti di Messina tornano a puntare i riflettori sui ritardi nei lavori del porto di Tremestieri e chiedono all’Authority portuale e al suo presidente Mario Mega di verificare lo stato dei lavori della grande opera infrastrutturale, ma anche di intervenire in merito alla stesura di un credibile nuovo crono-programma che ne definisca i tempi di avvio e di completamento.

“Il porto di Tremestieri rappresenta l’opera più importante del piano operativo triennale dei porti 2020-2021 da poco approvato dall’Adsp dello Stretto – dichiarano Ivan Tripodi, segretario generale della Uil Messina, e Michele Barresi e Nino Di Mento, segretari della UIltrasporti – un’infrastruttura in gran parte finanziata dall’Autorità di sistema che, pertanto, ha il diritto e il dovere di pretendere e fare chiarezza sui ritardi dei lavori che da tempo denunciamo”.

I cantieri del porto a sud sono stati avviati in pompa magna dal sindaco De Luca il 9 novembre 2018 e nell’occasione il primo cittadino annunciò il completamento dell’opera entro “due anni meno un giorno”. “Dovendo dare credito agli annunci del sindaco De Luca l’opera dovrebbe essere completata il prossimo 8 novembre – proseguono i sindacalisti – ma nel cantiere si vede ben altro, e lo stesso assessore ai Lavori pubblici Mondello ha dichiarato, durante un sopralluogo, che lo stato dei lavori è giunto appena al 7%”.

“Reputiamo necessario nell’interesse della città e dei lavoratori che si apra subito un dovuto confronto in sede di Autorità di Sistema – concludono Uil e UIltrasporti – e, pertanto, avanzeremo la richiesta già nella prossima seduta dell’Organismo di partenariato della risorsa mare prevista per domani 27 ottobre. È venuto il momento della chiarezza per smascherare le chiacchiere e l’inadeguatezza del sindaco De Luca” hanno concluso Tripodi, Barresi e Di Mento.

Condividi




Change privacy settings