CALCIO SERIE D – ACR Messina va al tappeto. Basta un rigore di Caballero per far volare il Football Club

Un rigore di Caballero ad inizio gara decide il derbissimo a favore del Football Club Messina. La squadra del presidente Arena supera l’Acr Messina e vola in classifica. Prima sconfitta stagionale per l’undici di mister Raffaele Novelli proprio nel big-match contro i ragazzi di Pino Rigoli

 

CRONACA PRIMO TEMPO:

Veemente inizio gara dell’ACR Messina che prende il pallino delle azioni e pressa costantemente nella loro metà campo i ragazzi di Rigoli. Va vicinissimo al gol Foggia al 5′ sprecando la grossa occasione. All ‘8’ risponde il FC con Caballero che, da posizione defilata, riesce ad indirizzare verso la porta ospite con la sfera che passa a qualche centimetro dalla traversa.

Al 10′ i ragazzi del presidente Arena passano in vantaggio per un netto fallo in area di rigore. Va sul dischetto Caballero che insacca alle spalle di Lai per il vantaggio della squadra di casa. L’ACR protesta per l’esecuzione del penalty gravato forse da un doppio tocco ed a farne le spese è il portiere Lai che riceve il giallo dal signor Tesi di Lucca.

                 Un’azione di gioco

L’ACR continua a tenere in mano le redini del gioco e al 23′ ci prova Bollino su punizione dalla lunga distanza ma il tiro è telefonato e non crea problemi a Marone che blocca.

Al 35′ Caballero potrebbe essere più altruista, ma non serve il compagno Carbonaro che si era defilato in ottima posizione e preferisce concludere senza risultato.

I ragazzi di Novelli cercano il pari con un pressing che mette in difficoltà Fissore e compagni. Al 41′, su angolo dell’ACR, Marone in uscita si fa sfuggire la sfera dalle mani e Vacca tira a botta sicura ma è provvidenziale l’intervento di Fissore che salva la propria porta dal pari.  Sul finire del tempo sono gli “ospiti” a reclamare un rigore per fallo su Arcidiacono ma il signor Tesi non è dello stesso avviso.

Si chiude la prima frazione di gioco con l’undici di Pino Rigoli avanti di un gol, ma che sembra in balia della formazione di Raffaele Novelli.

 

CRONACA SECONDO TEMPO:

Dopo lo svantaggio subìto nella prima frazione di gara, l’ACR Messina scende sul terreno del “Franco Scoglio” decisa a ribaltare la situazione nei secondi quarantacinque minuti. Tuttavia sono gli uomini di Rigoli a tenere palla con convinzione in questa seconda fase iniziale di gara, spingendo in avanti il proprio baricentro.

Ma la prima vera occasione del secondo tempo è per l’ACR Messina al 50′: Crisci sguscia in area di rigore e va al tiro con la sfera che coglie il palo esterno della porta difesa da Marone. Il Fc Messina attende gli avversari e cerca di ripartire con veloci contropiede. Dambros prende il posto di Carbonaro al 60′ e Marchetti Alessandro subentra a Giuffrida al 65′.

Mister Novelli cerca di scuotere i suoi e mette dentro, alla mezz’ora della seconda frazione di gioco, Cristiani al posto di Vacca e Cretella per Crisci.

L’ACR Messina meriterebbe il pari ma oggi appare particolarmente sfortunato. Al 75′ un bel colpo di testa del neoentrato Addessi si stampa sul legno della porta difesa da Marone e Arcidiacono non riesce a ribadire in rete a porta praticamente sguarnita per l’ennesimo miracolo difensivo della giornata di Fissore.

Rigoli inserisce Mukiele al posto di Caballero al 76′ ed appena entrato il francese s’invola su lancio dalle retrovie, fa a sportellate liberandosi di Cascione e prosegue verso la porta difesa da Lai; ma il direttore di gara giudica troppo irruento lo scontro e decreta il fallo a favore dell’ACR Messina.

 Il Football Club sembra soffrire un po di meno ma la contesa resta dura per entrambe le formazioni ed anche per il direttore di gara che ha già sul taccuino nove ammoniti. I ragazzi di Rigoli si difendono con l’atteggiamento giusto e sono sempre pronti a ripartire.

I ragazzi festeggiano a fine gara

L’Acr Messina, nonostante abbia dimostrato di essere strutturalmente più forte, non riesce però a pervenire al pari, anche perchè la dea bendata non è dalla sua parte quest’oggi.

La gara va stancamente avanti e nonostante i sei minuti di recupero designati dal direttore di gara, non ci sono vere occasioni da rete per entrambe le compagini.

Al triplice fischio del signor Tesi di Lucca partono i festeggiamenti per la rosa del presidente Rocco Arena che oggi ha avuto la meglio sulla più quotata avversaria, dimostrando che anche Caballero e compagni potranno dire la loro in questo campionato. I tre punti conquistati consentono al Football Club di superare in classifica la diretta rivale di oggi portandosi a quota 10 in condominio con l’Acireale (oggi vittorioso per 2-0 col Biancavilla) ed a sole tre lunghezze dalla Cittanovese che guida la speciale classifica.

Attardata di cinque punti dalla vetta invece l’ACR Messina che dovrà rimboccarsi le maniche per risalire da subito nelle posizioni che le competono.

TABELLINO:

FC MESSINA – ACR MESSINA 1-0

MARCATORI: 10′ Caballero (FC)(rig)

FC MESSINA: Marone, Aita, Fissore, Marchetti D., Ricossa, Palma, Giuffrida (65′ Marchetti A.), Garetto, Bevis, Caballero (76′ Mukiele), Carbonaro (60′ Dambros). A disp.: Tocci, Quitadamo,  Casella, Gille, Coria, Ebui. All.: Rigoli.

ACR MESSINA: Lai; Cascione, Lomasto, Sabatino, Giofrè, Vacca /72′ Cristiani), Lavrendi, Crisci (72′ Cretella), Bollino (65′ Adessi), Foggia, Arcidiacono. A disp.: Manno, Saindou, Cruz, Izzo, Mazzone, Boskovic. All.: Novelli.

ARBITRO: Tesi di Lucca (Starnini-Morea).

AMMONITI: Lai, Foggia,  Crisci, Sabatino (ACR), Carbonaro, Garetto, Ricossa, Aita, Mukiele, Bevis (FC)

Condividi




Change privacy settings