Scuola, scatta il concorso delle polemiche

Le prove concorsuali previste da oggi al 16 novembre potrebbero alimentare la diffusione del Covid.

Ben 1.111 docenti siciliani saranno costretti a spostarsi per raggiungere altre città d’Italia per le prove, 2.547 dovranno raggiungere, invece, la sede in altre province dell’Isola. Non solo, è previsto l’arrivo di 1.316 candidati di altre regioni, ad esempio, a Caltagirone e Randazzo, quest’ultima area dichiarata già zona rossa.

“Per questo chiediamo un intervento delle istituzioni” è l’allarme dei segretari di Flc Cgil Adriano Rizza, Cisl Scuola Francesca Bellia, Uil Scuola Claudio Parasporo, Snals Confsal Sicilia Michele Romeo e Fgu Gilda Unams Sicilia Loredana Lo Re.

Per i sindacati della scuola, “il concorso straordinario di ruolo per la scuola secondaria di I e II grado deve essere sospeso e riprogrammato nelle province di appartenenza per tutelare la salute dei siciliani”.

Condividi




Change privacy settings