Lo yacht a vela più grande del mondo al largo di Giardini

Non poteva passare inosservato, nella baia compresa tra Capo Taormina e Schisò, lo yacht a vela più grande del mondo.

Il panfilo, proveniente da Pozzallo, è denominato semplicemente “A”. La sua inconfondibile linea avveniristica è stata notata anche da lontano. Poi lo yacht si è fermato a poche centinaia di metri dall’arenile suscitando la curiosità di quanti si sono trovati sul lungomare.

L’imbarcazione è lunga 142,8 metri per oltre 12 mila 600 tonnellate di stazza e dispone di un albero maestro di 90 metri. È stata progettata da Philippe Stark ed è costata quasi 430 milioni di euro. Si tratta di un vero e proprio gioiello di tecnologia che ospita al suo interno una grande piscina ed un osservatorio subacqueo. Uno dei ponti è anche attrezzato per l’atterraggio degli elicotteri.

Ogni funzione della barca può essere controllata da un unico schermo touch mentre vetri a prova di bomba e 40 telecamere a circuito chiuso ne garantiscono la sicurezza.

Lo yacht, costruito nei cantieri di Nobiskrug, in Germania, è di proprietà del miliardario russo, Andrey Melnichenko.

Condividi




Change privacy settings