“Il Declino” del paese e come affrontarlo: ad agosto il saggio di Celi e Privitera

Riportiamo qui di seguito la sinossi de “Il Declino”, il saggio scritto da Diego Celi e Pino Privitera che ad agosto sarà disponibile nelle librerie. L’opera affronta, tra le altre cose, gli effetti che il fenomeno del declino della politica ha e continua ad avere sull’Italia.

“La politica ha il dovere e i mezzi per arrestare il lento e inesorabile declino che incombe sul Bel Paese. Chi governa non dovrebbe perdersi in proclami elettorali, ma indicare concretamente un percorso con progetti e strumenti credibili atti a dare risposte concrete ai cittadini, alle imprese, ai professionisti, alle partite IVA, ai dipendenti pubblici.

“I partiti e i corpi intermedi, con i difetti delle umane cose, hanno avuto il compito di preservare i valori dell’umanesimo basati sulla dottrina sociale e sul rispetto della persona. L’eclissi di questi e la nascita di movimenti populisti hanno causato una ondata di antipolitica priva di competenza e visione. I mantra dell’identità e il dittico ‘uno vale uno’ hanno sostituito la nobile ‘arte’ dello Stato, descritta da Machiavelli, con il nulla.

“La Magistratura ha occupato ogni spazio disponibile, in nome del diritto, incurante di esigenze politiche, sociali ed economiche. I movimenti populisti assertori della decrescita felice, hanno esaltato l’incompetenza, il nazionalismo, l’autarchia economica, la chiusura dei confini geografici e auspicano una “popolocrazia” attraverso la democrazia diretta. La loro cultura è rappresentata da post e invettive. Essi sono il prodotto del declino della politica causato dalla evaporazione dei partiti, dalla manipolazione della questione morale, dalla scomparsa dell’umanesimo, dal tradimento politico e dalla globalizzazione selvaggia. Lo scenario presente non ha nulla a che fare con l’architettura costituzionale sognata progettata e costruita da Machiavelli, Weber, De Gasperi, Moro e Berlinguer. Manca l’indicazione di una prospettiva che guardi oltre l’emergenza. Un discorso che dia un senso collettivo, l’orizzonte dei fini. La Politica”.

Gli autori

Diego Celi è nato a San Filippo del Mela e svolge la professione di chirurgo. Già docente presso l’Università di Padova, ha ricoperto il ruolo di Capo Dipartimento Chirurgico presso Azienda Papardo-Piemonte ed è stato autore di 220 pubblicazioni e di 8 monografie scientifiche. Gli sono stati conferiti: Premio “Alata Solerzia” in memoria di Giorgio La Pira (2003), Premio Internazionale “Scilla e Cariddi” (2004), Premio “Rosario Livatino-Antonio Saetta” (2011), Premio “Enrico Trimarchi” (2013).

Pino Privitera è nato a Santa Venerina (CT) e si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Messina. È stato Dirigente della Regione Siciliana e ha maturato una vasta esperienza nell’amministrazione pubblica e nelle amministrazioni locali. Da quando è libero da impegni di lavoro si dedica a studi e ricerche storiografiche.

Condividi




Change privacy settings