Rifiuti a Milazzo, è scontro tra Formica e sindacati

I sindacati replicano al sindaco di Milazzo Formica. “Inaccettabili le dichiarazioni da campagna elettorale del sindaco. Il primo cittadino convochi piuttosto le parti sociali nell’interesse dei lavoratori e del servizio alla cittadinanza.Le dichiarazioni del sindaco Formica che in una nota stampa ha definito “farneticanti” le legittime richieste dei sindacati avanzate all’amministrazione a tutela dei lavoratori del settore rifiuti della città mamertina sono fuori luogo e probabilmente dettate dai tempi di una campagna elettorale dalla quale questi sindacati vogliono restare fuori – dichiarano Fp Cgil UIltrasporti e Fiadel – e auspichiamo che il primo cittadino convochi queste organizzazioni per fare chiarezza nell’interesse dei lavoratori e della cittadinanza che reclama un servizio rifiuti efficiente.
Il Comune di Milazzo, nella qualità di committente del servizio rifiuti, ha precise responsabilità ed obblighi verso i lavoratori impiegati nell’appalto – continuano i sindacati – che da anni soffrono uno stato di continua precarietà per il susseguirsi di brevi affidamenti e con l’alternarsi di ditte subiscono ad ogni cambio di gestore penalizzazioni economiche ed inevitabili criticità organizzative e occupazionali.

È comune l’auspicio che l’affidamento definitivo della gara settennale di raccolta rifiuti porti finalmente stabilità al settore – concludono i sindacati – e non si è voluto puntare il dito sull’amministrazione per i ritardi dovuti a ricorsi legali , ma nel rispetto dei ruoli queste organizzazioni rivendicano la piena legittimità delle proprie richieste per la tutela dei lavoratori, ribadendo la necessità di un confronto con l’amministrazione comunale, più volte richiesto e mai ottenuto, al fine di evitare inutili tensioni sociali e possibili disservizi all’utenza del comprensorio di Milazzo”.

Condividi




Change privacy settings