SiciliaVacanzaSicura, un network per promuovere il turismo nell’isola dei tesori

Si chiama SiciliaVacanzaSicura la risposta che un network di aziende e soggetti istituzionali ha elaborato per promuovere l’Isola come meta sicura per le vacanze post covid. L’obiettivo dell’iniziativa, presentata questa mattina sulla terrazza de “L’Ancora”, nel viale della LibertĂ , di fronte allo scenario magico dello Stretto, è infatti quello di connettere imprese, anche tradizionali competitors, e istituzioni, sia locali che regionali, in ragione di un fine comune, rappresentato dal rilancio del turismo in Sicilia, regione che si avvicina sempre piĂą dall’essere covid free.

Questo perchĂ© superata l’emergenza sanitaria, com’è noto, è subentrata quella economica. Ed è proprio per affrontare un evento eccezionale che si è deciso di attuare un’iniziativa senza precedenti, nell’ambito della quale aziende di traporto, tour operators e istituzioni fanno fronte comune per promuovere quella che è stata definita, durante la conferenza di presentazione, l’isola dei tesori.

SiciliaVacanzaSicura vede insieme Aeroviaggi, Alessi Pubblicità, Alpitour World, Caronte & Tourist, Comune di Taormina; Federalberghi Isole Eolie; Federalberghi Sicilia; Federturismo; Imperatore Travel, Lindbergh, Regione Siciliana, Sicily By Car, Siremar e Telepass.

“SiciliaVacanzaSicura – ha detto Pietro Franza, vicepresidente di Siremar – tecnicamente è una iniziativa di co-marteking. Ma è soprattutto un impegno rispettato: quello di trasformare in qualcosa di strutturato, di reale, le infinite conversazioni e gli infiniti scambi di opinioni tra noi operatori. Il comparto turistico è uscito massacrato dal lock down. Dovevamo capire come ripartire. E capire soprattutto di come riuscire a tranquillizzare il turista. Questa iniziativa – con al centro la Sicilia e gli operatori tutto attorno pare a noi una buona risposta”.

“Inizia un periodo di ricostruzione – ha detto Lorenzo Matacena ad di Caronte&Tourist – che promette di essere complicato e impegnativo come il periodo emergenziale che abbiamo appena superato. Noi di C&T siamo pronti. Abbiamo investito tantissimo nella sicurezza, affidandoci anche a enti di certificazione di assoluto prestigio come Rina Engineering per proporre ai nostri passeggeri quella che sarĂ  la prima flotta Covid Free nel Mediterraneo, Ma sappiamo che non basta essere pronti da soli. Ecco perchĂ© abbiamo creduto da subito in SiciliaVacanzaSicura. PerchĂ© serve far rete. E una rete o è integrata o non è”.

Andrea Carpita, assessore al Turismo del Comune di Taormina ha ricordato la gravissima situazione di crisi in cui si è ritrovata la sua città, meta in massima parte di un turismo d’elite proveniente dal nord Europa e dal resto del mondo: “Occorre ripartire con tutta la grinta del caso e idee ben chiare”, ha detto al riguardo.

Piero Benigni, di Lindbergh Hotels & Resorts, ha rimarcato il fatto che una iniziativa di rilancio turistico tanto originale ed ambiziosa sia presentata a Messina, tradizionale “Porta della Sicilia”. Parlando poi dei timidi segnali di ripresa che si registrano a livello internazionale e della lenta ripresa della normale operatività delle compagnie aeree.

“Ancora si parla di strategie per la ripartenza. Ma noi, qui presenti, siamo passati ai fatti dopo le parole”. Non ha dubbi sulla valenza dell’iniziativa Vittoria Scalici, direttore commerciale di Sicily By Car, che ha parlato del valore della coesione tra operatori e della integrazione tra i servizi quale vero e proprio must, unica strategia vincente per rialzarsi.

“Siamo qui – ha detto l’assessore regionale al Turismo Manlio Messina concludendo i lavori – per una serie di ragioni. La prima è che la Regione Siciliana ha in effetti giĂ  individuato le politiche di filiera come linea politica da privilegiare.  E dunque se ci sono degli operatori coraggiosi che si rimboccano le maniche e ci mettono la faccia, decidendo di fare rete, la Regione non può che prenderne atto con tutto il compiacimento del caso. Quello turistico in senso lato è il settore che per primo ha iniziato a pagare e forse per ultimo smetterĂ  di pagare. Noi siamo intervenuti come potevamo. Abbiamo stanziato 15 milioni per il trasporto aereo; 75 milioni per comprare giorni di vacanza da omaggiare a chi si ferma piĂą di tre notti qui da noi in Sicilia; 300 milioni da destinare ai Comuni per abbattere le tasse che gravano sul settore ricettivo. Sappiamo che non sono interventi risolutivi – ha concluso l’assessore Messina – ma se ognuno fa la sua parte”.

Da oggi la campagna è on line sui canali social di ciascun partner, rinviando al sito comune www.siciliavancanzasicura.it per le specifiche declinazioni.

Condividi




Change privacy settings