Sette positivi al “Papardo”, ma è un falso allarme. Pronto soccorso operativo

Tamponi tutti negativi. La notizia è arrivata intorno a mezzogiorno,  ponendo fine ad ansie e tensioni. Un falso allarme probabilmente legato ad alcuni kit di tamponi ammalorati aveva generato allarme, facendo scattare tutte le procedure sanitarie di sicurezza anti-Covid, compreso la temporanea chiusura del Pronto soccorso dell’ospedale “Papardo”. Tutto sarebbe scaturito dalla posititivitĂ  di sette persone giunte separatamente, per cause diverse e non legate al Covid 19, senza presentare alcuna sintomatologia riconducibile al virus. Alcuni si erano presentati per un ricovero programmato, altri per controlli legati a ragioni sanitarie autonome. La contemporanea e presunta positivitĂ  di sette persone ha indotto ulteriori verifiche, dalle quali sarebbe emerso che alcuni kit di rilevazione sarebbero risultati ammalorati. Analoga situazione si è verificata all’ospedale “Barone Romeo” di Patti.

Le sette persone sono state poste in stanze separate e sottoposte a nuovo tampone rapido che ha dato esito negativo. Negativo anche l’ultimo e definitivo tampone, che chiude definitivamente il caso e fa tirare un sospiro di sollievo a tutti.

Asp: “Nessun caso positivo a Messina”. Sulla vicenda fa chiarezza l’Asp. “In relazione a notizie diffuse da alcuni organi di informazione nelle prime ore di oggi venerdì 19 giugno, si comunica che negli ospedali appartenenti all’Asp di Messina, dalle verifiche effettuate, non sono presenti nuovi casi di positivitĂ  al contagio SARS COV2. Così come avviene quotidianamente vengono normalmente effettuate tutte le previste attivitĂ  di sanificazione periodiche degli ambienti ospedalieri e degli ambulatori”.

Pronto soccorso operativo. Riceviamo e pubblichiamo la nota del Dg Mario Paino: “Tutti i pazienti presenti nel Pronto Soccorso sono risultati negativi ai tamponi naso faringei di controllo.

In via precauzionale è stato sanificato il Pronto soccorso che continua la sua regolare attività che nella contingenza è stata limitata.

Come da prassi aziendale tutti i pazienti che vengono ricoverati a qualsiasi titolo, accesso diretto al Ps, ricovero programmato etc. sono sottoposti preventivamente a tampone rino-faringeo.

Nel pomeriggio di ieri (18/6/2020) presso il Ps dell’A.O. Papardo sono stati osservati pazienti giunti per patologie varie non riferibili a COVID ed asintomatici; tali pazienti, provenienti da diverse zone della città, testati con test rapido sono risultati positivi.

Per sicurezza i pazienti sono stati isolati in area dedicata del pronto soccorso e, come da protocollo, sono stati riverificati con la procedura piĂą lunga ma piĂą accurata.

Sono in corso indagini interne per verificare cosa non ha funzionato a dovere – dichiara il Direttore generale – considerato che gli accessi del PSG del pomeriggio che hanno effettuato tamponi, poi risultarti positivi, sono consecutivi e su pazienti che non presentavano nessun sintomo riferibile a patologia da Covid 19  e senza alcuna relazione fra loro.

La presente è la versione ufficiale dell’azienda ed altre interpretazioni difformi non corrispondono all’opinione dell’Azienda e del Direttore generale”.

 

Condividi




Change privacy settings