Funerale Milena Visalli, tra lacrime e dolore viene dato l’ultimo saluto a “Selvaggia”

Una folla gremita e addolorata si è riunita questa mattina a piazza Duomo e, accompagnata dal suono del rombo dei motori, si è accinta a dare un ultimo saluto a Milena Visalli, “Selvaggia” per gli amici, la biker di 35 anni la cui vita è stata strappata via in un tragico incidente avvenuto la settimana scorsa nei pressi della chiesa di Grotte.

Una bara bianca con su impresso il numero 91, che era inciso sulla African Twin su cui viaggiava il giorno dell’incidente, e i saluti di familiari e amici, è stata trasportata all’interno della chiesa, dove è stata appoggiata in fondo alla navata, con attorno diversi caschi, stanti a simboleggiare la sua passione per le moto.

Nella cattedrale è stata officiata una solenne messa, durante la quale, tra pianti e dolore, è stato dato un ultimo abbraccio a Milena, una persona solare e piena di vita la cui improvvisa morte ha lasciato tutti senza parole.

Intanto la magistratura prosegue con i lavori volti ad accertare i diretti responsabili della morte della donna. Al momento il principale indagato è una donna di 69 anni, che era a bordo della Fiat 600 contro la quale è andata a sbattere Milena, perdendo la vita sul colpo.

Condividi




Change privacy settings