Lo deruba dopo averlo aggredito: minorenne finisce in carcere

Rapina aggravata in concorso, lesioni personali e danneggiamento. Sono questi i reati di cui è ritenuto responsabile un 16enne residente nel comprensorio tirrenico, che pertanto è stato sottoposto a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, che è stata eseguita ieri pomeriggio dai carabinieri della Stazione di Merì.

Il provvedimento restrittivo è stato emesso dal Gip presso il Tribunale per i minorenni di Messina, su richiesta della Procura della Repubblica per i minorenni del capoluogo, coordinata dal Procuratore Capo, dottor Andrea Pagano, e scaturisce dalle indagini svolte a seguito di un’aggressione subita da un 14enne lo scorso 27 aprile a Barcellona Pozzo di Gotto.

Le indagini – condotte dalla Stazione carabinieri di Merì e dirette dal sostituto procuratore Annalisa Arena – hanno documentato come il giovane, in concorso con altre persone, abbia aggredito con un bastone in ferro un altro minore che, poi, è stato derubato della bicicletta, del telefono cellulare e di alcuni contanti. L’attivitĂ  investigativa ha permesso di riscontrare che la vittima sia stata colpita dapprima sulla pubblica via e poi raggiunta all’interno di una privata abitazione, dove ha cercato di rifugiarsi; le violenze subite hanno provocato nella parte offesa escoriazioni multiple, guaribili in un giorno di prognosi.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso l’Ipm di Acireale a disposizione dell’autorità giudiziaria inquirente.

Condividi




Change privacy settings