Dissesto idrogeologico, interventi a Castell’Umberto

La Regione siciliana ha ultimato le procedure di aggiudicazione e ora possono finalmente partire i lavori per il consolidamento di contrada Sfaranda a Castell’Umberto.

Con la graduatoria definitiva ed efficace della gara – resa nota dagli Uffici diretti da Maurizio Croce – finisce un’odissea burocratica che si è protratta per oltre dieci anni . A effettuare l’intervento, per un importo di un milione e duecentomila euro, sarĂ  l’associazione temporanea di imprese coordinata dalla Cmc srl di Mussomeli, in virtĂą di un ribasso del 25,9 per cento.

Possono tirare un sospiro di sollievo i residenti dell’area – che ha una classificazione R4, di rischio molto elevato – e che ancora ben ricordano la frana del 2010, la paura che li travolse e gli ingenti danni a diversi edifici, alla scuola elementare e alla chiesa di Maria Santissima dell’Annunziata, oltre allo scivolamento a valle dei terrapieni.

Il progetto prevede la realizzazione di trincee drenanti e tubazioni per lo scarico delle acque superficiali, ma anche nuovi sistemi fognari in quelle strade nelle quali è stata prevista la collocazione di paratie.

Condividi




Change privacy settings