Strage di Capaci, Unime illuminata in memoria di Falcone

La facciata della sede centrale dell’Università di Messina è stata illuminata con i volti Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, i due giudici simbolo della lotta alla mafia che nel 1992 furono assassinati da Cosa Nostra, con accanto la scritta “Che le cose siano così non vuol dire che debbano andare così”, attribuita a Falcone. Oggi infatti cade il 28° anniversario della strage di Capaci, nell’ambito della quale perse la vita Falcone.

Stamani, alle ore 12.30, in diretta Facebook sulla pagina dell’Ateneo e sull’emittente RTP, verrà trasmesso l’evento “23 maggio 2020. Che le cose siano così non vuole dire che debbano andare così”, in ricordo del giudice Giovanni Falcone e delle altre vittime del vile attentato di stampo mafioso: la moglie Francesca Morvillo (anch’essa magistrato) e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Il programma verrà inaugurato dai saluti istituzionali del Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea e del Prefetto di Messina, dottoressa Maria Carmela Librizzi. Interverranno, inoltre, i Procuratori della Repubblica, rispettivamente di Messina e Roma, dottor Maurizio De Lucia e Michele Prestipino Giarritta. Ulteriori contributi saranno forniti dal Procuratore della Repubblica di Barcellona P.G., dottor Emanuele Crescenti e dal giornalista Enrico Bellavia. L’iniziativa sarà moderata dal giornalista Nuccio Anselmo.

Condividi




Change privacy settings