Pronta la delibera regionale per aiutare le famiglie in crisi: per Messina 4,5 mln

redstage

Pronta la delibera regionale per aiutare le famiglie in crisi: per Messina 4,5 mln

martedì 31 Marzo 2020 - 20:15
Pronta la delibera regionale per aiutare le famiglie in crisi: per Messina 4,5 mln

Giungono maggiori dettagli su come la Regione Siciliana intenderà ripartire tra i comuni dell’Isola i cento milioni di euro annunciati per far fronte all’emergenza coronavirus.

La Regione stanzierà 100 mln per le famiglie disagiate


Stamattina infatti il governatore regionale Nello Musumeci ha partecipato a Palazzo Orleans ad una seduta straordinaria e urgente, il cui obiettivo era quello di discutere dei dettagli tecnici relativi agli aiuti in cibo da destinare alle famiglie siciliane in difficoltà: tra i criteri adottati per la suddivisione dei fondi tra i comuni siculi si è tenuto conto altresì del numero di abitanti che risiedono nei territori comunali al primo gennaio 2019. Alla città di Messina complessivamente verranno destinati oltre 4 milioni e mezzo di euro. Per consultare la lista completa dei singoli comuni siciliani è sufficiente cliccare qui.
Diversi sono i criteri che bisognerà rispettare per ottenere tale sussidio, tra i quali si ricorda quello di non percepire alcuna forma di aiuto economico da Stato o altri enti, compreso quello del reddito di cittadinanza. “Le risorse verranno assegnate, in più tranche, a tutti i comuni, che nella distribuzione – si legge nella relativa delibera – dovranno prestare particolare riguardo alle nuove povertà determinate dalle famiglie che non percepiscono più alcun reddito, compreso quello di cittadinanza, e alcuna altra assistenza economica o sanitaria”.
“Si tratta di una prima necessaria risposta che vogliamo dare per consentire a migliaia di famiglie siciliane, ormai esasperate, di far fronte almeno alle immediate esigenze alimentari. – spiega Musumeci – Speriamo che arrivino prestissimo anche gli interventi dello Stato, da me più volte sollecitati. In queste settimane di paralisi sono cresciuti a dismisura nella nostra Isola i nuclei familiari più fragili e maggiormente disagiati, quelli cioè che stanno soffrendo più di tutti la perdurante crisi dovuta all’emergenza Coronavirus. Famiglie che in parte si aggiungono alle altre 450 mila dichiarate povere in Sicilia, secondo i dati dell’Istat”.