Coronavirus, 4 casi a Messina e provincia

Salgono a 4 i casi positivi al Coronavirus a Messina e provincia: l’ultimo riguarda un medico in pensione risultato positivo al tampone; sarebbe entrato in contatto con il professore universitario che si trova in quarantena in casa.

Il paziente, che si è auto-presentato al Policlinico, è stato trasferito a Catania. La notizia viene confermata dal Policlinico.

Intanto sono giunti gli esiti dei tamponi effettuati sui familiari dell’uomo ricoverato da ieri al reparto malattie infettive dell’ospedale “Cutroni Zodda” di Barcellona poichĂ© risultato positivo al test del Covid-19. Purtroppo anche per la moglie il riscontro del test è stato positivo, mentre fortunatamente negativo è stato il tampone eseguito sui figli della coppia.

In accordo e sintonia con le autorità sanitarie, compreso il prefetto di Messina, sono state attivate le procedure previste dal protocollo con l’isolamento della donna presso la propria abitazione, in locali ovviamente separati rispetto a quelli dei figli. L’evoluzione del percorso clinico sarà monitorato costantemente. Grazie alla collaborazione della signora stessa è stata avviata l’operazione di individuazione di tutte le persone che in questi giorni possano essere venuti in contatto con la famiglia, le quali saranno chiamate a sottoporsi anche loro al regime di isolamento e monitoraggio a titolo precauzionale. Attraverso le strutture comunali ed il servizio di Protezione civile, l’amministrazione garantirà tutto il sostegno necessario alle famiglie che dovessero trovarsi nelle condizioni di isolamento.

Dagli stessi tamponi eseguiti questa mattina emerge per fortuna, allo stato attuale, la negativitĂ  del personale sanitario che in qualche modo si sospetta possa essere venuto a contatto con l’uomo che si era recato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Sant’Agata di Militello. Al momento oltre la metĂ  dei test hanno dato responso negativo, mentre si resta in attesa dell’ultima tranche di risultati che, si spera, possano anch’essi escludere il contagio del personale sanitario.

“L’Amministrazione e gli uffici comunali – spiega il sindaco di Sant’Agata Bruno Mancuso – stanno operando in assoluta sinergia e coordinamento con le autoritĂ  preposte alla gestione dell’emergenza Coronavirus, essendo giĂ  state attivate tutte le procedure del caso.

Nel condividere con la comunitĂ  tutta la preoccupazione per questo momento certamente delicato, che tuttavia riusciremo certamente a superare nel migliore dei modi, non posso che ribadire l’auspicio per il mantenimento di calma e serenitĂ  da parte di tutti, ed allo stesso tempo di stretta osservanza delle indicazioni e prescrizioni provenienti dalle autoritĂ  locali, regionali e nazionali”.

REPORT: 35 POSITIVI IN SICILIA. Al momento, quindi, sono stati trasmessi all’Istituto superiore di sanità 35 campioni, di cui sette già validati da Roma (tre a Palermo e quattro a Catania). Risultano ricoverati 8 pazienti (tre a Palermo, tre a Catania, uno a Messina, uno a Caltanissetta, ma proveniente da Agrigento) di cui nessuno in regime di terapia intensiva, mentre 27 sono in isolamento domiciliare.

Risulta guarito, dopo il test di conferma eseguito nelle scorse ore, un paziente del Ragusano, mentre dopo ulteriori approfondimenti il paziente ricoverato a Enna è risultato negativo, pertanto è stato dimesso.

Condividi




Change privacy settings