Vigili urbani, Gioveni: “Messina potrebbe avere quest’anno altri 82 agenti”

“L’anno 2020 potrĂ  e dovrĂ  risultare determinante per aumentare sensibilmente, dopo anni di agonie, l’organico del corpo della Polizia Municipale, ma occorrerĂ  una chiara volontĂ  politica che vada in questa direzione”. Il consigliere comunale Libero Gioveni interviene sull’annosa problematica della carenza dei vigili urbani in cittĂ , invitando l’Amministrazione e la deputazione nazionale a lavorare sinergicamente per raggiungere il fondamentale obiettivo di rimpinguare e stabilizzare l’attuale e futura forza lavoro.

“Entro luglio 2020 – spiega Gioveni – degli ormai storici 21 concorsisti, 16 di loro (ad alcuni dei quali scadrĂ  l’anno di deroga assistita) termineranno i 36 mesi complessivi di servizio svolti che, grazie al D.l. 162/2019 (il cosiddetto Decreto Milleproroghe giĂ  approvato dalla Camera) potrebbero essere stabilizzati. Riguardo invece i nuovi 46 agenti concorsisti che saranno assunti con i fondi del Decreto Sicurezza, visto che la graduatoria sarĂ  stilata per 66 unitĂ , l’Amministrazione potrebbe assumere (o in prima o in seconda battuta) i restanti 20 grazie alla capacitĂ  economica assunzionale maturata nell’anno di riferimento che nella fattispecie è l’anno 2016, la cui misura può servire anche per aumentare da 32 a 36 ore settimanali ai vigili contrattisti. Così facendo avremmo in campo i 16 agenti che si aggiungerebbero alle nuove 66 unitĂ , piĂą a disposizione altre 4 ore settimanali ad agente per i 49 contrattisti che così è come se produrrebbero altri 5 agenti a settimana”.

“Pertanto – conclude Gioveni – si rende necessario convocare una seduta congiunta di 1^ e 8^ Commissione con deleghe alla ViabilitĂ  e alla Polizia Municipale, per capire dall’Amministrazione quali passaggi amministrativi intenderĂ  porre in essere per raggiungere quello che io ritengo sia ormai un obiettivo, a fronte delle varie emergenze da fronteggiare in cittĂ , assolutamente da raggiungere”.

Condividi




Change privacy settings