Bancarotta Tecnis, 4 arresti eccellenti. Sequestri anche a Taormina

redme

Bancarotta Tecnis, 4 arresti eccellenti. Sequestri anche a Taormina

redme |
venerdì 21 Febbraio 2020 - 09:35
Bancarotta Tecnis, 4 arresti eccellenti. Sequestri anche a Taormina

La Guardia di finanza ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di quattro persone indagate per la bancarotta della Tecnis spa – una delle principali aziende italiane di costruzioni – e di una serie di società controllate, dichiarata dal tribunale di Catania nel giugno del 2017.
Le Fiamme gialle stanno anche effettuando dei sequestri di beni per un valore complessivo di 94 milioni di euro.
Tra i quattro ci sono gli imprenditori Mimmo Costanzo (57 anni) e Concetto Bosco Lo Giudice (56 anni), già ai domiciliari dal 22 ottobre 2015 al 22 marzo del 2016 per corruzione e turbativa nell’ambito di due inchieste della Procura di Roma, ‘Dama nera’ e ‘Dama nera 2’, su presunte tangenti all’Anas. Gli altri due sono il 55enne Orazio Bosco Lo Giudice.
Nei confronti dei quattro il gip di Catania ha disposto gli arresti domiciliari. Sequestrato un terreno anche a Taormina.