Assunzione degli Asu nell’Asp: raggiunta un’intesa

Trovato un accordo sull’assunzione dei lavoratori impiegati in attivitĂ  socialmente utili (i cosiddetti Asu) in seno all’Asp di Messina. Nelle settimane scorse era iniziato un vero e proprio scontro tra le organizzazioni sindacali e Paolo La Paglia, direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale peloritana. Questo perchĂ© La Paglia aveva temporeggiato prima di procedere con l’assunzione diretta dei lavoratori Asu, sottoscrivendo temporaneamente un nuovo accordo con le cooperative per poterli impiegare tramite la mediazione di queste. Il direttore generale dell’Asp voleva verificare infatti se l’assunzione diretta degli Asu non avrebbe comportato conseguentemente la loro stabilizzazione. Le risorse finanziarie dell’Azienda sanitaria provinciale sono limitate e, pertanto, ha preferito chiedere maggiori chiarimenti all’assessorato regionale competente. Adesso si è fatta chiarezza definitivamente su questa vicenda. In poche parole, si potrĂ  procedere con l’impiego diretto di tali lavoratori e si dovrĂ  procedere con la loro stabilizzazione solo quando l’Asp avrĂ  le risorse finanziarie necessarie per poterlo fare.

Al riguardo la Fp Cgil esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta: “In un incontro con il direttore generale dell’Asp di Messina Paolo la Paglia abbiamo avuto la conferma all’utilizzo diretto del personale Asu”, spiegano Francesco Fucile, segretario provinciale della Fp Cgil, Salvo Musolino, coordinatore regionale Asu Fp Cgil, Giuseppe  Romeo, esponente di Rsu Fp Cgil Asp, e una delegazione di lavoratori Asu. “All’incontro abbiamo anticipato al direttore generale la copia dei decreti in cui l’assessorato al Lavoro corregge i precedenti decreti di assegnazione nella parte in cui onerava l’Asp ad adottare tempestivamente un piano di stabilizzazione. – proseguono i sindacalisti – L’assessorato al Lavoro correggendo i decreti di assegnazione chiarisce, come richiesto dall’Azienda e dalla Fp Cgil, che il piano di stabilizzazione per il personale assegnato in utilizzo diretto dovrĂ  essere predisposto nel momento in cui l’Azienda ne avrĂ  le capacitĂ  assunzionali e finanziarie, così sciogliendo quei dubbi che l’Asp e altri Enti avevano formalizzato con delle note allo stesso assessorato al Lavoro”.

“Il direttore Paolo la Paglia – concludono i sindacalisti – quindi appresa dalla Fp Cgil la notizia della modifica del decreto, verificato che sono stati superati gli elementi di criticitĂ , ci ha garantito che avvierĂ  immediatamente l’iter di presa d’atto per l’assegnazione diretta dei lavoratori, chiudendo così i protocolli temporanei avviati con le cooperative d’origine e rassicurando tutti che entro fine del mese i lavoratori prenderanno servizio di direttamente assolte le pratiche di copertura assicurativa obbligatoria Rct e Inail”.

Condividi




Change privacy settings