Primi tempi: ACR Messina a reti bianche, FC Messina sotto immeritatamente

ACR MESSINA – MARINA DI RAGUSA 0-0

Messina: Avella, De Meio, Fragapane, Sampietro, Emiliano, Bruno, Arcidiacono, Buono, Lavrendi, Crucitti, Cafarella. A disposizione: Pozzi, Ungaro, Cinquegrana, Vuolo, Bossa, Bonasera, Cristiani, Manfrè, Rossetti. Allenatore: Karel Zeman.

Marina di Ragusa: Pellegrino, Pietrangeli, Sidibe, Verachi, Puglisi, Giuliano, Mauro, Schisciano, Baldeh, Diop, Di Bari. A disposizione: Noto, Cervillera, Mancuso, Carnemolla, Calivà, Iannò, Borrometi, Retucci, Suma. Allenatore: Salvatore Utro.

Arbitro: Alessio Schiavon di Treviso
Assistenti: Stefania Genoveffa Signorelli e Fabrizio Cozza di Paola

Ammoniti: Baldeh (R), Sampietro (M)

Corner: 1-4

Prima frazione di gioco a reti bianche tra ACR Messina e Marina di Ragusa. Risultato che acuisce la contestazione di inizio gara della tifoseria peloritana nei confronti della dirigenza. l’ACR Messina gioca  a ritmi molto bassi e cerca, con Arcidiacono e Crucitti, di impensierire il Ragusa che si difende comunque con ordine. L’occasione piĂą ghiotta è del Ragusa su colpo di testa di Baldeh che, completamente solo dentro l’area peloritana, spedisce fuori su calcio d’angolo.

ACR Messina deludente in questo primo tempo, mentre prende sempre piĂą corpo la contestazione della tifoseria di casa.

PALERMO – FC MESSINA 1-0

PALERMO : Pelagotti, Accardi, Peretti,  Lancini,  Crivello,  Langella,  Martin,  Kraja,  Felici,  Sforzini,  Floriano. A disposizione: 22 Fallani, 5 Ambro, 10 Rizzo Pinna, 14 Ficarrotta, 15 Marong, 26 Mauri, 30 Silipo, 42 Cangemi, 72 Florio. Allenatore: Rosario Pergolizzi.

FC MESSINA:  Marone,  Casella,  Fissore,  D. Marchetti,  Brunetti,  Bevis,  Giuffrida,  A. Marchetti,  Correnti,  Coria,  Dambros. A disposizione: 1 Aiello, 2 Aprile, 32 Geran, 11 Falco, 89 Fernandez, 17 Quitadamo, 34 Miele, 7 Carbonaro, 27 Santapaola. Allenatore: Cesar Grabinski.

ARBITRO: Dario Di Francesco (Ostia Lido).

Il FC Messina esce dal Renzo Barbera sotto di una rete al termine del primo tempo. Risultato in atto bugiardo per quello che si è visto in campo. Fino al 20′ soltanto i peloritani presenti sul rettangolo di gioco. Gia al 5′ Dambros impensierisce il portire Pelagotti con un bel colpo di testa. L’estremo difensore rosanero si supera cinque minuti piĂą tardi su ennesimo colpo di testa di Coria. Tra il 15′ ed il 22′ è sempre Dambros, migliore in campo, a portare i messinesi vicini al vantaggio. Al 28′ Marchetti tira da fuori area ma trova la risposta attenta di Pelagotti. e proprio nel miglior momento del Messina ecco il gol che non ti aspetti. Sforzini, su errata uscita del portiere Marone, deposita indisturbato la sfera nella porta sguarnita. Una doccia fredda per i giallorossi che rientrano negli spogliatoi con un gol sul groppone.

Condividi




Change privacy settings