Spaccio, rumena finisce in carcere

È ritenuta responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti una donna di nazionalità rumena, la 33enne S.M., e pertanto nel pomeriggio di ieri è stata tratta in arresto dai carabinieri della Stazione di Messina Gazzi.

In particolare, dopo diversi servizi di osservazione e pedinamento, i militari dell’Arma hanno deciso di effettuare una perquisizione all’interno dell’abitazione della donna. A seguito di tale attività, i carabinieri hanno rinvenuto 4 grammi di cocaina, 11 grammi di crack, un bilancino di precisione perfettamente funzionante e 1375 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Lo stupefacente, il bilancino di precisione e la somma di denaro rinvenuti sono stati sequestrati e la donna è stata tratta in arresto. Al termine delle formalità di rito, l’arrestata è stata condotta presso la propria abitazione, in regime degli arresti domiciliari, in attesa di comparire davanti al giudice del Tribunale di Messina per l’udienza di convalida.

Condividi




Change privacy settings