Sequestrati 700 kg di novellame a Messina: multe salate per il responsabile

Nuovo sequestro di novellame nel Messinese, e in particolare nel capoluogo della cittĂ  metropolitana. Stamani i finanzieri della Sezione operativa navale di Milazzo, nell’ambito di un apposito controllo realizzato presso l’imbarcadero di Messina, hanno infatti sequestrato 173 cassette di polistirolo contenenti ben 700 chilogrammi di novellame di sarda privo di qualsiasi documentazione idonea a certificarne l’origine, in violazione della normativa sulla pesca relativa ai piani di ricostruzione di specie ittiche soggette a particolari tutele. Secondo le ipotesi dei finanzieri, il novellame, che era contenuto in un furgone frigorifero proveniente dalla limitrofa Calabria, era presumibilmente destinato al mercato palermitano.

Le violazioni contestate, per importi superiori ai 25 mila euro, vanno dalla commercializzazione e detenzione di pescato prodotto ittico privo di documentazione afferente la tracciabilità e l’etichettatura, all’inosservanza degli obblighi previsti dalle normative europee e nazionali in materia di trasporto, commercio e somministrazione di esemplari di specie ittiche di taglia inferiore alla taglia minima di riferimento.

Il novellame sequestrato, giudicato idoneo al consumo alimentare dopo la visita sanitaria, è stato interamente devoluto in beneficenza a locali associazioni caritatevoli.

Condividi




Change privacy settings