Frana di Letojanni: indagati ex vertici del Consorzio autostrade

Sei rinvii a giudizio per i lavori di messa in sicurezza (si fa per dire) eseguiti sull’A18 dopo la frana di Letojanni dell’ottobre 2015, che secondo la Procura di Messina furono pagati troppo, con costi gonfiati, ed eseguiti male. Li ha disposti il giudice dell’udienza preliminare Maria Militello, accogliendo la richiesta avanzata dal Pm Anna Maria Arena.

Il processo si terrĂ  il 15 aprile davanti alla II Sezione penale del Tribunale di Messina.

I coinvolti sono l’allora direttore generale del Cas Salvatore Pirrone, l’ex dirigente dell’area tecnica Gaspare Sceusa, l’imprenditore letojannese Francesco Musumeci, titolare della Musumeci Costruzioni Generali Spa, il geometra Antonino Spitaleri, allora responsabile del Cas per la sicurezza delle strade in pensione dal 2016, l’ingegnere Francesco Crinò di Furci Siculo e il geologo Giuseppe Torre di Sant’Agata Li Battiati, questi ultimi nella qualità di progettisti dei lavori scelti dall’impresa Musumeci.

Condividi




Un pensiero riguardo “Frana di Letojanni: indagati ex vertici del Consorzio autostrade

I commenti sono chiusi

Change privacy settings