Raid Usa per uccidere Soleimani partito dalla Sicilia?

Sarebbe partito dalla base militare di Sigonella in Sicilia il drone che ha colpito il convoglio di auto che viaggiava su un’autostrada uccidendo il generale Quasem Soleimani, dal 1998 comandante della Niru-ye Qods, l’unità delle Guardie Rivoluzionarie responsabile per la diffusione dell’ideologia khomeinista fuori dalla Repubblica Islamica.

Secondo gli Stati Uniti era responsabile di numerosi attacchi e della morte di migliaia di americani e preparava un nuovo attacco. Per gli Usa era un terrorista, per l’Iran un eroe. In migliaia hanno partecipato al corteo funebre del più potente generale iraniano.

L’attacco Usa autorizzato direttamente dal presidente Trump potrebbe aprire scenari imprevedibili anche per la Sicilia da dove il drone sembra essere partito inizialmente per una delle tante missioni esplorative poi trasformatasi in attacco.

E l’Italia sembra abbia ‘subito’ la decisione americana senza essere stata minimamente coinvolta o anche semplicemente informata dell’uso che si sarebbe fatto della base militare sul suo territorio.

Condividi




Change privacy settings