Vertenza Asu, Csa chiede di incontrare l’Asp

Ieri il sindacato autonomo Csa ha inviato una nota ai vertici dell’Asp 5 di Messina. Il contenuto: la richiesta di un incontro urgente per definire il percorso che porterà all’utilizzo diretto dei lavoratori Asu impiegati dall’Asp senza l’intermediazione delle cooperative.

Nella nota la dirigente sindacale Clara Crocè ricorda al direttore generale e al direttore amministrativo che la legge 16 del 2019 prevede che l’assessorato regionale al Lavoro garantisca l’assegnazione dei lavoratori utilizzati “in attività socialmente utili, anche tramite convenzione, presso enti pubblici diversi dall’Amministrazione regionale, negli Enti nei quali prestano l’attività lavorativa” nel 2015.

La stessa normativa prevede che l’assegnazione sia richiesta anche “presso un’amministrazione diversa da quella presso la quale è prestata l’attività, previa verifica della disponibilità dell’ente. La Regione e i propri enti sono esclusi dai processi di assegnazione”. La Csa chiede anche la convocazione delle segreterie provinciali dei sindacati che a livello regionale seguono la stabilizzazione del personale utilizzato in Asu.

Condividi




Change privacy settings