Debiti comune, De Luca: “Siamo passati da 400 a 50 milioni di euro”

Buone nuove sul fronte pagamento debiti da parte del comune di Messina. Stando alle cifre riportate ieri dal sindaco Cateno De Luca, a distanza di poco più di un anno dall’insediamento della nuova giunta si è passati da un debito iniziale di 400 milioni di euro a uno di appena 50 milioni. “A distanza di un anno, abbiamo realizzato un vero e proprio miracolo. – spiega il primo cittadino – Di fatto restano ancora circa 50 milioni di euro di sentenze esecutive non definite in termini di rateizzazione e/o abbattimento del debito”.

Inoltre, sempre sulla scorta di quanto riferito da De Luca, l’Amministrazione sinora è riuscita a risparmiare oltre 20 milioni di euro grazie al Salva Messina: “Ad oggi – evidenzia il sindaco – abbiamo fatto risparmiare al comune di Messina oltre 20 milioni di euro eliminati con le rinunzie dei vari creditori in attuazione della nostra strategia definitiva nel Salva Messina. Invito i restanti creditori assistiti da una sentenza esecutiva a definire al più presto l’accordo, così saranno pagati come tutti gli altri creditori che hanno già aderito alla nostra proposta di rinuncia del 50% del credito o di rateizzazione in 13 anni dell’intero credito”.

“Prima chiuderemo gli accordi con tutti – conclude De Luca – e prima usciremo da questo stato comatoso che non ci consente di effettuare spese ed investimenti oltre a quelli normativamente definiti obbligatori. Ringrazio gli uffici della ragioneria e dell’avvocatura per il consistente lavoro svolto in questi 15 mesi. Un plauso anche al Consiglio Comunale per aver approvato in tempi record gli accordi con i creditori”.

Condividi




Change privacy settings