Capo d’Orlando, maltrattava la moglie: arrestato 38enne siriano

Nei giorni scorsi è stato arrestato a Capo d’Orlando un siriano di 38 anni (M.A. le sue iniziali), in quanto accusato del reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate e continuate nei confronti della moglie.

Il provvedimento restrittivo a carico dell’uomo, già sottoposto dall’obbligo di firma per i medesimi fatti, scaturisce da una attività investigativa svolta dai carabinieri di Capo d’Orlando, che ha permesso di raccogliere elementi circa la sussistenza di reiterate condotte vessatorie, violente e minacciose poste in essere dall’uomo nei confronti della moglie. La raccolta dei gravi e concreti elementi sui comportamenti dell’uomo, realizzata con la collaborazione della task force specializzata, costituita dal Comando Provinciale di Messina per il contrasto alle violenze di genere, sotto la guida della Procura della Repubblica, particolarmente attenta a dare sempre pronte ed efficaci risposte ai reati in danno alle vittime vulnerabili, ha consentito di effettuare una circostanziata ricostruzione delle vicende passate.

Ultimate le formalità di rito, l’arrestato è stato condotto presso il carcere di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Condividi




Change privacy settings