Cosap, problemi installazione dehors: avviato tavolo tecnico

Nella giornata di ieri si è svolto a Palazzo Zanca un tavolo tecnico finalizzato alla risoluzione delle problematiche emerse durante l’applicazione del nuovo Cosap, il canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche, il cui regolamento comunale è entrato in vigore a partire dallo scorso marzo. Infatti, qualche settimana fa il vicepresidente vicario del Consiglio Comunale Nino Interdonato si è scagliato contro la soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali, rea a detta di Interdonato di aver ostacolato l’implementazione del nuovo Cosap, specie con riferimento all’installazione di dehors da parte degli esercenti del centro storico.

All’incontro hanno partecipato diversi rappresentanti dell’Amministrazione comunale e dei commercianti, tra i quali ricordiamo, oltre ad Interdonato, il vicesindaco Salvatore Mondello, l’assessore alle Attività produttive Dafne Musolino e la sovrintendente ai Beni culturali e Ambientali Mirella Vinci.

La sovrintendente Vinci ha precisato che non esiste alcuna preclusione da parte della Soprintendenza nel rilasciare nuove autorizzazioni, fermo restando che si rediga un piano di ricognizione delle strutture esistenti e che al contempo produca una classificazione anche delle aree del centro storico che dovrebbero essere sottoposte ad un regime adeguato alle loro peculiaritĂ  architettoniche. Partendo da questa ricognizione si potranno elaborare le linee guida sviluppando quelle giĂ  approvate nel 2016 con delibera di Giunta municipale.

Si è concordato inoltre di convocare a breve nuovi incontri tra gli uffici tecnici comunali e la Soprintendenza per esaminare di concerto le istanze già pervenute e procedere ad ultimare le linee guida per la collocazione dei nuovi dehors. Al contempo la Soprintendenza ha ribadito l’esigenza di riconsiderare determinate autorizzazioni del centro storico sulle quali sarà avviato un dibattito.

Nel corso del confronto è stata anche affrontata la questione del recupero delle morosità per le occupazioni Cosap, anche alla luce della sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa, e con la rappresentante della categoria Edicole Stefania Murgo è stata puntualizzata la situazione del settore, evidenziando quanto l’Amministrazione ritenga fondamentale una regolarizzazione delle posizioni al fine di avviare un percorso proficuo di programmazione economica della categoria.

Condividi




Change privacy settings