Montagnareale, precari comunali sul piede di guerra

I dipendenti precari del comune di Montagnareale sono sul piede di guerra. Nell’attesa di conoscere meglio quali saranno le decisioni che verranno prese dall’Amministrazione comunale al riguardo, i lavoratori del piccolo comune nebroideo hanno infatti annunciato che nei prossimi giorni scenderanno in piazza per rivendicare il diritto ad avere un’occupazione stabile, alla pari degli altri colleghi che già da tempo hanno sottoscritto un contratto a tempo indeterminato.

“È da molto tempo che attendiamo che anche l’Amministrazione comunale di Montagnareale provveda a definire le procedure di stabilizzazione, necessarie per porre fine ad una trentennale situazione di precariato del personale con contratto a tempo determinato. – si legge in una nota a firma dei precari comunali – Tuttavia, nonostante le assicurazioni e le promesse ricevute, continuiamo ad assistere ad incomprensibili indugi che creano apprensione e allarme tra noi dipendenti, costretti a restare nel limbo del lavoro precario nonostante la possibilità di risolvere definitivamente tale problematica. Infatti, l’azione dell’Amministrazione comunale, fino a questo momento, non ha prodotto alcun risultato concreto, a nulla rilevando l’approvazione del bilancio comunale, che eventualmente, sarebbe necessario solo per perfezionare l’ultimo atto e cioè la firma del contratto a tempo indeterminato.

“Per questi motivi vogliamo sapere se l’Amministrazione comunale, al di là degli annunciati provvedimenti dei mesi scorsi, intende realmente provvedere alla stabilizzazione dei precari ponendo in essere, senza ulteriori indugi, tutti gli atti necessari per risolvere un problema di vitale importanza per molti dipendenti che vorrebbero lavorare con maggiore serenità e sicurezza. Contestualmente, annunciamo che, nei prossimi giorni, saranno intraprese delle azioni di protesta”.

Condividi