E’ morto Pietrino, il nonno di Messina. Aveva 107 anni

E’ morto il “nonnino di Messina”. Pietro D’Angelo se n’è andato dopo aver tagliato il ragguardevole traguardo dei 107 anni. Lo aveva fatto a marzo con una festa al “Collereale”, dove figli, una valanga di nipoti, amici e collaboratori della struttura messinese gli avevano riservato un pomeriggio indimenticabile. A tutti rimarranno nel cuore e nella mente il sorriso smagliante, la grinta e l’energia contagiosa di un uomo che praticamenmte ha visto cambiare il mondo.

Nato nel 1912, Pietrino ha affrontato e conosciuto gli orrori di due guerre mondiali. Fino all’ultimo è stato circondato dall’affetto dei figli Pippo e Liliana e dai nipoti Cristina ed Emanuele che lo hanno sostenuto anche in quest’ultimo periodo difficile contrassegnato da problemi cardiaci (nell’ottobre 2018 gli era stato impiantato un pacemaker) e da una frattura del femore che lo aveva costretto ad un faticorso percorso riabilitativo.

Messina perde un pezzo di storia, un uomo carismatico e dalla grande tempra che viveva nel ricordo della moglie (scomparsa nel 2000) e che si affidava alla Madonna dei poveri di Seminara. ChissĂ , se il buon Pietrino non abbia giĂ  realizzato il sogno di incontrarla…

Condividi