Prende il via il I° Festival del Libro e della Cultura di Catania

L’attesa è finita. Giovedì, presso il cortile della CGIL di Catania si darà  il via al primo festival del libro. Presentata da Margherita Ingoglia e Simone Rausi  punto di massima attesa sarà la serata inaugurale. La serata è stata ideata come occasione di premiazione del concorso letterario del Festival, “Etnabook, Cultura sotto il vulcano”, che ha registrato una massiccia partecipazione non solo di autori emergenti, ma anche di candidati Premio Strega, Premio Campiello e InediTO. Inoltre, durante l’evento, il pubblico avrà un ruolo fondamentale esprimendo la propria preferenza e decidendo quale opera della sezione C del concorso “Un libro in una pagina” si aggiudicherà il “Premio Giuria del Pubblico”.

Sara una tre giorni, fino a sabato 21,   ricca di eventi. Tutti i giorni dalle ore 18.00 alle ore  23.00 sarà presente lo “Spazio editori”, un luogo all’interno del cortile della CGIL dove sarà possibile incontrare quattro realtà editoriali indipendenti siciliane come: Splen, Lekton Edizioni e Libri creativi per tutti ed Edizioni Letterarie Il Tricheco.

Tra gli ospiti che interverranno nella kermesse ci saranno: Daniele Zito, Francesco Fillippi, Emanuela Ersilia Abbadessa, Laura Tangherlini, Enzo Russo, Tino Vittorio, Daniele Lo Porto, Antonio Di Grado, Emanuele Fadda e Rosario Mangiameli, Giovanni Magrì, Giuseppe Altamore, Paolo Sidoti, Milena Privitera, Irene Giuffrida, Fausto Pirrello, Nicola Musumarra, Katya Maugeri, Andrea Pennisi, Virginia Caldarella.

Nel corso dell’evento  sarà possibile visitare due mostre permanenti, con in ingresso gratuito. La prima sarà una vera e propria Art Call dal titolo “L’Antifascimo nella IX arte” organizzata da Davide Di Bernardo e Agnese Maugeri. Si tratta di un contest che vedrà diversi illustratori dare voce tramite l’arte al loro concetto di antifascismo.  La seconda esposizione sarà dedicata ad alcune stampe provenienti dal libro “Trattato di anatomia emozionale” di Virginia Caldarella e Andrea Pennisi. Una performance che unisce disegno, parole, musica d’improvvisazione, teatro, video arte e arti performative.

Inoltre, a essere coinvolte saranno anche tre scuole di Catania, una di Paternò e una di Giardini Naxos, i cui studenti formeranno una giuria speciale, pronta a esprimere la propria preferenza e ad assegnare il Premio Giuria Giovani.

Queste le anticipazioni di una kermesse che si preannuncia  ricca di eventi tutti imperdibili.

Condividi