Cas, la vicepresidente Sterrantino replica alle accuse dei sindacati autonomi

Stupisce il contenuto del comunicato diramato a firma dei sindacati autonomi ed al riguardo, per la trasparenza nei contenuti, si fa presente che con le suddette sigle non era stato concertato alcun incontro“. È quanto dichiarato dalla vicepresidente del Cas, Chiara Sterrantino, replicando alle recenti accuse nei suoi confronti da parte di Cisal, Orsa e Confsal, secondo le quali Sterrantino avrebbe rifiutato di incontrare, nell’ambito della vertenza dei contratti a tempo determinato degli esattori del Cas, lavoratori e dirigenti sindacali, spingendo così questi ultimi a chiedere un incontro col prefetto Maria Carmela Librizzi.

Vi è di più, – prosegue la vicepresidente del Cas – questa amministrazione, nella giornata di ieri, è stata impegnata in riunione di consiglio d’amministrazione, momento importante per il futuro di tutta l’azienda. Si è voluta operare una strumentalizzazione alzando i toni secondo un malcostume vecchio e stantio che non può trovare più spazio al Cas. I blitz meramente propagandistici non aiutano e anzi ostacolano soluzioni che devono essere improntate a criteri di razionalità e buon governo.

Le organizzazioni dei lavoratori saranno al più presto convocate ed in quella sede saranno affrontate, con pacatezza e realismo, le questioni inerenti il presente e il futuro dei lavoratori e del Cas che, voglio ricordare, funziona grazie al denaro pubblico, cioè di tutti i cittadini che mi sento prioritariamente in dovere di tutelare e rappresentare“.

Condividi




Change privacy settings